Piazza: “Il test con Modena è stato utile per conoscerci”

Modena vince 3-1: buon ritmo per le due squadre a 10 giorni dall’esordio in campionato dell’Allianz Powervolley

MILANO – Allenamento congiunto nella tensostruttura Powervolley Academy per l’Allianz Powervolley. Contro Modena dell’ex coach Giani, i ragazzi guidati in panchina da Roberto Piazza escono sconfitti 3-1 con i parziali 26-24, 25-23, 20-25, 25-18. Al netto del risultato, ottimo test caratterizzato da un buon ritmo per le due squadre a 10 giorni dall’inizio ufficiale del campionato.

È stata sfida vera in alcuni tratti dell’allenamento con i ragazzi che non hanno lesinato colpi e che hanno messo in campo l’energia necessaria per rendere competitivo il confronto. Nella fila di Milano “esordio” in maglia Powervolley per Nemanja Petric, subito integrato alla perfezione con i suoi compagni guidati in regia da Marco Izzo in diagonale con Nimir, con Clevenot a completare la coppia di posto 4, Alletti e Kozamernik al centro ed il giovanissimo Matteo Stafforini, classe 2003, libero di seconda linea. Nel quarto ed ultimo parziale Weber, Gironi e Basic sono subentrati rispettivamente per l’opposto olandese, Petric e Clevenot.

In attesa di competere nel primo torneo ufficiale della stagione, in programma il 12 e 13 ottobre in Polonia contro Piacenza, Belchatow e Jastrzębie-Zdrój, Nimir e compagni si sono confrontati con agonismo contro un avversario di altissimo livello della prossima Superlega, cercando di attuare i dettami del tecnico Piazza che, solo da martedì, ha potuto iniziare il lavoro più intenso con il gruppo che ha ritrovato i reduci dall’Europeo ma è ancora privo degli azzurri impegnati in World Cup in Giappone. Dall’altra parte della rete l’ex Giani ha puntato su Zaytsev – Salsi in diagonale, Mazzone e Bossi al centro, Rossini libero con Estrada Mazorra e Rinaldi in banda. «Si è trattato di un buon allenamento per noi – commenta Piazza –; questa è una fase in cui non è importante il risultato, ma l’attitudine con la quale i ragazzi si preparano a questa tipologia di confronti. Ma ancor meglio è un tempo utile per permettere di ragionare e muoverci da squadra. Ci stiamo conoscendo e, in attesa di avere tutto il gruppo, stiamo procedendo bene verso l’esordio stagionale».

 

Foto Elena Finotto