Tra le mura amiche del Pala Agnelli, arriva la Materdominivolley.it Castellana Grotte

C’è voglia di rivalsa dopo la sconfitta contro la forte Peimar Calci, l’Olimpia è ora di ritorno a casa al Pala Agnelli, tra le mura amiche,dove domenica alle 18 la attende un altro match sulla carta complicato e pieno di insidie, e chiama a raccolta tutte le energie e la rabbia da incanalare per riuscire a sconfiggere il team ospite del Pala Agnelli.

L’avversario stavolta si chiama Materdomini Castellana Grotte, guidata da coach Castellano, che ha subìto lo stop iniziale nella prima giornata con la forte Santa Croce,per poi vincere in casa contro Cantù al tie break.

La squadra è dotata di elementi conosciuti in casa Bergamo, quali l’opposto Cazzaniga (bestia nera di Olimpia, poichè tre anni fa a Bergamo durante le semifinali di play off fu autore dei migliori scores che permisero alla squadra in cui giocava allora, l’altra Castellana Grotte, la BCC, di accedere alla Superlega).

Nella scorsa stagione l’Olimpia venne fermata nel campo di Castellana Grotte proprio dalla Materdomini, che si impose nella partita di ritorno; quest’anno il team è rimasto nel complesso lo stesso, ma il regista è cambiato: il venezuelano Valera ha preso infatti il posto di Longo. Tra i nuovi arrivi anche Mattia Rosso, che lo scorso anno era a Spoleto, a rinforzare il reparto schiacciatori, già molto forte con la banda Fiore, che vanta diverse esperienze in A1 e A2.

Anche i centrali sono un ostacolo piuttosto difficile: Patriarca e Gargiulo sono la coppia ormai collaudata del team, efficaci a rete e dinamici in attacco.

Da tradizione si tratta di un team che sa lottare e lo ha dimostrato anche in occasione del girone di ritorno lo scorso anno imponendosi su Piacenza, una delle poche formazioni che è riuscita a stoppare la marcia emiliana. La formazione di Castellano nella scorsa stagione fece parecchi sgambetti alle big del girone.

“Sarà un match importante,con un avversario difficile da battere.”commenta il centrale Alborghetti, protagonista a rete di questi due primi match “ Ci siamo accorti dopo queste due partite come il livello si sia alzato. Ogni squadra sta esprimendo un ottimo livello di pallavolo e non c’è una squadra più debole di altre; tutti in A2 ci daremo filo da torcere oer arrivare in alto. CI aspettiamo di far meglio rispetto domenica scorsa, dobbiamo migliorare su tanti aspetti tecnici che già in settimana stiamo provando a sistemare. L’umore è alto perchè sappiamo tutti che siamo competitivi, e formati da ottimi elementi che vogliono dimostrare quanto sia stato fatto bene il mercato quest’anno a Bergamo. Loro verranno per fare punti ma cercheremo di proseguire il nostro cammino verso l’obiettivo ben chiaro che abbiamo in testa”

Castellana Grotte si prospetta dunque un’ ostica avversaria da fermare; l’Olimpia affronterà la partita con il braccio caldo dell’opposto mancino Wagner Pereira in diagonale con Garnica e delle due bocche di fuoco Della Lunga e Preti, a disposizione Gritti e Tiozzo in recupero da uno stop; al centro Erati con Alborghetti e Cargioli (anche quest’ultimo in fase di recupero ) sottorete; Battaglia e Zonta sempre a disposizione in diagonale, già impiegati nell’ultimo match,infine Fusco e Saturnino a difendere gli 81 metri quadrati del team orobico, per un’altra domenica da spettacolo garantito nella cornice del Pala Agnelli.

Linda Stevanato-Ufficio stampa Olimpia Bergamo