LEONILIVE: I SUPEROSPITI BERNARDI E PAPI

La trasmissione biancoverde, arrivata alla sua 4^ puntata avanza a suon di fenomeni pronti a rispondere a tutte le curiosità dei tifosi.
Lorenzo Bernardi e Samuele Papi sono stati protagonisti delle ultime due dirette, tra le domande più frequenti poste a Mister Secolo e a O’Fenomeno sicuramente quelle relative alla situazione che sta investendo i campionati.
È giusto fermare o si può giocare in estate? Assegnazione di scudetto e retrocessione oppure tutto resta invariato?

Temi caldi a cui i “superospiti” non avuto il minimo esito di risposta, queste le parole di Lollo Bernardi: “Capisco ci sia la volontà di finire la stagione, di attribuire il titolo ed evitare problematiche economiche però oggi davanti a centinaia di vittime penso che il mondo dello sport debba riflettere sulla posizione da tenere. È un tema delicato e tante nazioni hanno annullato i campionati. Noi non conosciamo il nostro “nemico”, bisogna navigare a vista e mettere in atto tutte le forze per arginare la propagazione di questo virus lasciando l’opportunità di studiare un vaccino. L’assegnazione del titolo in queste situazioni perderebbe il suo significato e verrebbe sminuito il valore dello sport.”

Sulla falsariga del giocatore più forte del XX Secolo anche Samuele Papi: “ Lo sport è considerato come un divertimento anche per i tifosi e riprendere senza di loro non so quanto senso potrebbe avere, basti pensare che è stata rinviata addirittura un’Olimpiade.  Al momento non abbiamo una data precisa per la ripresa, credo che adesso sia il momento di prendere una decisione: o si riprende ma con una data reale oppure si ferma tutto, in quel caso credo che il campionato non debba essere assegnato, nessuno si poteva aspettare nel 2020 una cosa così devastante e credo sia giusto non assegnarlo.”

Queste le parole decise di due campioni che hanno segnato la pallavolo mondiale, che sono stati esempio e modello per tutti gli appassionati e che hanno accettato di partecipare a LeoniLIVE senza remore nel dire la loro idea, scherzando sul numero di trofei vinti o sull’hobby per le macchine telecomandate con i tanti tifosi pronti a fare domande.

Stiamo ritrovando l’orgoglio di essere italiani”, ecco come Samuele Papi riesce ancora oggi, anche senza una maglia azzurra addosso, a farci tifare per l’Italia!

Alice Bariviera – addetta stampa, press@pallavolomotta.com