La voce dei protagonisti post Milano – Verona

Urnaut, Basic e Sbertoli commentano il successo in semifinale dei playoff 5° posto dell’’Allianz Powervolley

IN SINTESI: Domenica si gioca la finale Milano – Modena, ultimo atto dei playoff 5° posto. Contro Verona l’Allianz Powervolley si è guadagnata sul campo l’accesso alla finale, giocando una partita di squadra con grande grinta. Ne è convinto Tine Urnaut, uno dei protagonisti del match: «Era importante scendere in campo con la giusta determinazione. Siamo entrati in campo con un atteggiamento diverso, abbiamo messo anche noi pressione, disputando una bella partita. Finale con Modena? Sarà sicuramente una partita tosta, ma scenderemo in campo per dare il massimo». Gli fa eco Luka Basic: «Rispetto alla scorsa settimana abbiamo vissuto il match con un mood completamente differente. Ora ci aspetta la finale, una gara da giocare, da cui trarre piacere, da vincere, quindi scenderemo in campo con il sorriso». Il migliore in campo è invece Sbertoli, che esprime così le sue impressioni post gara: «Siamo contenti, ci siamo divertiti durante questa partita ed era quello che volevamo fare. Poteva essere l’ultima nostra partita insieme oltretutto ed avevamo deciso di giocarla in maniera spensierata e allegra, divertendoci insieme perché siamo un gran gruppo. Queste partite del Playoff Challenge sono un po’ strane e la vittoria dipende un po’ dalla grinta e dalla concentrazione che le squadre riescono a mettere in campo».

MILANO – È andata in archivio con una vittoria la penultima partita della lunga stagione dell’Allianz Powervolley. Il 3-1 su Verona nella semifinale dei playoff 5° posto consegna a Milano l’accesso alla finale del torneo che assegna un posto in Europa nella Challenge Cup del prossimo anno. Obiettivo dichiarato della squadra di coach Piazza, soprattutto per il desiderio di difendere la coppa da detentore del titolo in carica.

Contro Verona Piano e compagni sono scesi in campo con la giusta attitudine e neanche aver perso il primo set ha minato le certezze della squadra che ha risposto con grande determinazione. Ne è convinto Tine Urnaut, best scorer nelle fila meneghine al pari di Patry con 16 punti, ed uno dei protagonisti del match: «Era importante scendere in campo con la giusta determinazione. Verona ha giocato bene: ha battuto molto bene nel primo set e ci ha messo in difficoltà. Nei set successivi siamo entrati in campo con un atteggiamento diverso, abbiamo messo anche noi pressione, disputando una bella partita e ci siamo guadagnati questa finale. Sono contento che tutti quelli che sono entrati in campo hanno dato un contributo alla squadra e questa è la cosa più importante. Finale con Modena? Sarà sicuramente una partita tosta, ma scenderemo in campo per dare il massimo». Ottimo apporto in campo anche per Luka Basic: il francese si è fatto trovare pronto ed è stato schierato titolare da coach Piazza nello starting six contro gli scaligeri. «Avevamo fatto una brutta figura una settimana fa contro Verona: giocando di nuovo con loro in semifinale abbiamo cercato di metterci la giusta mentalità ed è andata bene – commenta il numero 3 di Milano –. Rispetto alla scorsa settimana abbiamo vissuto il match con un mood completamente differente, abbiamo resettato e siamo andati avanti. Modena? È sempre un piacere giocare con loro. È una finale da giocare, da cui trarre piacere, da vincere, quindi scenderemo in campo con il sorriso». Nella prestazione di squadra il migliore però è stato Riccardo Sbertoli: il classe ’98 milanese si erge ad MVP del match e racconta così le sue emozioni post match: «Siamo contenti, ci siamo divertiti durante questa partita ed era quello che volevamo fare. Poteva essere l’ultima nostra partita insieme oltretutto ed avevamo deciso di giocarla in maniera spensierata e allegra, divertendoci insieme perché siamo un gran gruppo. È arrivata una vittoria, quindi la prossima sarà sicuramente l’ultima partita che giocheremo insieme. Ora ci aspetta la finale con Modena: queste partite del Playoff Challenge sono un po’ strane e la vittoria dipende un po’ dalla grinta e dalla concentrazione che le squadre riescono a mettere in campo. Modena deve essere stata più brava di Piacenza, come noi siamo stati un po’ più bravi di Verona. Domenica sarà una bella partita, ci sono tanti amici, siamo due squadre che si conoscono bene e sarà bello giocare e chiudere la stagione con loro».

VIDEO INTERVISTA URNAUT:
API key not valid. Please pass a valid API key.

VIDEO INTERVISTA BASIC:
API key not valid. Please pass a valid API key.

VIDEO INTERVISTA SBERTOLI:
API key not valid. Please pass a valid API key.