Niente punti in Laguna: San Donà vince 3-1 il recupero del terzo turno

San Donà di Piave (Venezia), 31 gennaio 2021

Il recupero del terzo turno del girone d’andata del raggruppamento Bianco di Serie A3 Credem Banca non riserva ulteriori punti per la classifica dell’UniTrento Volley. La formazione juniores di Trentino Volley questa sera è infatti uscita sconfitta dal match giocato al PalaBarbazza di San Donà di Piave, dove i locali del Volley Team si sono imposti in quattro set.
Diametralmente ribaltato il risultato della sfida giocata solo una settimana prima alla palestra di Sanbapolis, quando era stata la squadra di Conci a regolare gli avversari per 3-0; stasera invece i veneti hanno fatto valere il fattore campo, comandando quasi sempre le operazioni del gioco. I gialloblù sono infatti riusciti a fare la voce grossa solo nel finale di terzo set, dove hanno dimostrato carattere e personalità ribaltando un 18-20 in 25-23, mentre per tutto il resto della gara hanno sovente rincorso i locali, condotti verso il successo dagli scatenati De Santis (ex di turno, è cresciuto nelle giovanili gialloblù) e Bomben. Fra le fila dell’UniTrento Volley conferma del buon momento di forma per il centrale Alessandro Acuti, best scorer dei suoi con 15 punti , il 73% in attacco, quattro muri; brillante anche la prestazione dell’altro posto 3, Stefano Coser: in doppia cifra con il 70% in primo tempo e tre block.
La cronaca del match. Gli starting six non differiscono troppo da quelli presentati dai due allenatori nel match di sette giorni prima alla palestra di Sanbapolis. Al PalaBarbazza l’UniTrento Volley schiera Pizzini in regia, Magalini opposto, Bonatesta e Pol in banda, Coser e Acuti al centro, Lambrini e Marino liberi di alternarsi nelle due fasi di gioco. Il Volley Team risponde con Busato al palleggio, De Santis opposto, Bomben e Dietre schiacciatori, Zonta e Tassan centrali, Bassanello libero. L’avvio di partita è equilibrato e procede a suon di cambiopalla sino al 5-4, quando un muro di De Santis su Bonatesta offre il primo strappo ai locali (4-6), che in seguito sono bravi ad aumentare il vantaggio con un altro block vincente (7-10, time out Conci), stavolta di Busato. L’interruzione del gioco non sortisce però gli effetti desiderati, perché alla ripresa gli universitari falliscono ancora l’appuntamento con il break point e concedono il fianco ad uno slash di Bomben e ad un contrattacco di De Santis che portano San Donà sul +5 (10-15). Acuti prova a scuotere i suoi con due muri personali quasi consecutivi (15-17); l’UniTrento vacilla di nuovo sotto i colpi di De Santis (16-20), ma poi piazza un parziale di 4-0 (20-20) che riapre il discorso grazie al doppio spunto personale di Coser. Il rush finale del primo set è però tutto di marca veneta: De Santis mura Bonatesta e Dietre realizza la pipe che vale il 20-23, allungo che consente ai padroni di casa di gestire bene i successivi scambi per portarsi a casa il parziale sul 22-25 (altro attacco di De Santis).
La formazione ospite prova a reagire in avvio di secondo set, guadagnando subito un paio di lunghezze di vantaggio (6-4) grazie ad uno spunto di Bonatesta, ma Bomben con un ace ristabilisce immediatamente la parità (6-6) al rientro dal time out richiesto dal tecnico Bertocco. Bonatesta però non ci sta ed in attacco produce un nuovo +2 (11-9), che però viene immediatamente ricomposto a causa di un errore a rete di Magalini (11-11, interruzione richiesta da Conci). In seguito è il martello di casa Bomben a fare la voce grossa (12-14); San Donà viene aiutato nel suo tentativo di fuga anche da un attacco out di Pol (13-16) e da una grande schiacciata di Dietre (14-18). Gli universitari cercano di recuperare affidandosi a Magalini (17-19 e poi 19-20); ci pensa il suo omologo De Santis a togliere definitivamente le castagne dal fuoco (attacco e muro per il 19-23) e a condurre il Volley Team verso il 2-0 interno (21-25).
Nella terza frazione Conci propone Bristot in banda, spostando Bonatesta nel ruolo di opposto al posto di Magalini ed è proprio il giovane schiacciatore bellunese a firmare il punto del 5-5 dopo che il solito De Santis aveva proposto il primo allungo ai locali. Nella parte centrale del periodo l’UniTrento Volley prova a scappare (12-10, ace di Pol), ma viene ripresa quasi subito per mezzo di un muro di De Santis sullo stesso Bristot (14-14). L’opposto laziale segna i punti con cui i veneziani mettono la freccia (attacco per il 17-18 ed ace il 18-20), lanciando la volata per la conquista del parziale. I gialloblù pareggiano i conti già a quota 20 e poi passano di nuovo a condurre grazie ad un errore di Dietre (22-21) e ad un ace di Depalma (in campo da metà set assieme a Magalini per la diagonale Pizzini-Bonatesta). Sul 24-22, basta un cambiopalla per riaprire la partita, che Coser ottiene alla seconda occasione (25-23).
Nel quarto set l’allenatore dell’UniTrento Volley conferma in regia Depalma e ripresenta nel ruolo di opposto Magalini, ma sull’1-4 (viziato da qualche errore di troppo dei suoi) è subito costretto a spendere un time out. Alla ripresa Pol con un ottimo turno al servizio, condito anche da un ace, costruisce l’immediata parità. San Donà ha però più energia, specialmente in fase di break point, e con l’incisività a rete di Bomben e De Santis riparte di slancio (7-11, altro time out di Conci). Il Volley Team in un primo momento difende bene il vantaggio (13-9) e poi incrementa ulteriormente il bottino (17-9), approfittando del calo di tensione nella metà campo avversaria e di un paio di battute di ottima fattura ancora di Bomben. Il 3-1 finale per i veneti arriva quindi abbastanza in fretta (16-21, 19-25), perché l’UniTrento Volley non oppone più resistenza; chiude il conto una pipe dell’ex Dietre.
“Siamo stati troppo presuntuosi nell’avvicinarci a questo impegno – ha spiegato al termine della partita l’allenatore dell’UniTrento Volley Francesco Conci – ; pensavamo che, avendo vinto 3-0 la partita contro lo stesso avversario una settimana fa, fosse scontato riuscire a ripetersi. Non è stato così, perché i nostri avversari, pur avendo un potenziale più basso del nostro, hanno giocato con maggiore intensità ed umiltà ed hanno assolutamente meritato di vincere, grazie a maggiore concretezza e coralità. Abbiamo buttato via un’occasione per far crescere ulteriormente la nostra classifica e per provare a guardare la stessa con maggiore fiducia e positività. Siamo partiti troppo leggeri in avvio di gara, concedendo molto in battuta e aiutando San Donà a prendere fiducia; oggi abbiamo compiuto due passi indietro rispetto alle precedenti apparizioni”.
Mercoledì 3 febbraio l’UniTrento Volley tornerà in campo a Bolzano per il recupero dell’undicesimo turno di campionato, che si giocherà in Alto Adige a partire dalle ore 20: diretta www.legavolley.tv.

Di seguito il tabellino del recupero del terzo turno di andata del girone Bianco di Serie A3 Credem Banca giocato questa sera al PalaBarbazza di San Donà.

Volley Team San Donà di Piave-UniTrento Volley 3-1
(25-22, 25-21, 23-25, 25-19)
VOLLEY TEAM SAN DONÀ DI PIAVE: De Santis 22, Bomben 20, Tassan 4, Busato 2, Dietre 12, Zonta 4, Bassanello (L); Palmisano. N.e. Cherin, Lorenzon, Mignano, Santi. All. Rossano Bertocco.
UNITRENTO: Coser 10, Pizzini, Pol 7, Acuti 15, Magalini 9, Bonatesta 9, Lambrini (L); Bristot 9, Depalma 2, Parolari, Bonizzato. N.e. Simoni, Dell’Osso. All. Francesco Conci.
ARBITRI: Cecconato di Treviso e Jacobacci di Bergamo.
DURATA SET: 25’, 26’, 25’, 25’; tot: 1h e 41′.
NOTE: Volley Team San Donà di Piave: 8 muri, 5 ace, 16 errori in battuta, 6 errori azione, 53% in attacco, 46% (25%) in ricezione. UniTrento Volley: 10 muri, 5 ace, 21 errori in battuta, 9 errori azione, 45% in attacco, 38% (25%) in ricezione.

UniTrento Volley
Ufficio Stampa