Tre punti per ripartire! 3 1 contro Brescia.

Cave del Sole Geomedical Lagonegro vs Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia  (25-22, 25-23, 14-25, 25-23) 3-1

26’, 29’, 22’, 29’   tot  1h 46’
Lagonegro: Mazzone 12 , Spadavecchia 7, Vedovotto (L) Marretta 15, Maccarone 4, Russo (L), Molinari 1 , Scuffia 11,Tiurin 5,  Bellucci , Salsi 1. All. Tubertini
Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia: Orlando , Tasholli 1, Tiberti 1, Rosatti 1, Cogliati 1, Bergoli, Bisi 20, Franzoni(L), Galliani 8, Candeli 16, Esposito 11, Cisolla 11, Tonali. All Zambonardi
Lagonegro: 6 muri, 5 Ace, 15 Errori in battuta,  42%Attacco, 48% (29%)Ricezione
Brescia : 9 muri, 4 Ace, 19 Errori in battuta, 49%Attacco, 52% (36%)Ricezione
Mister Tubertini sceglie ancora la diagonale composta da Salsi e Scuffia , Marretta e Mazzone schiacciatori, Spadavecchia Maccarone al centro , la new entry Vedovotto come libro, vista l’indisponibilità di Santucci e .
Mister Zambonardi sceglie la diagonale Tiberti, Galliani, Bisi e Cisolla schiacciatori , centrali Esposito Candeli, libero Franzoni.
Trova la vittoria finalmente ed esordisce nel 2021 con 3 punti d’ora la Cave del Sole Geomedical Lagonegro che vince contro una bestia nera, il Brescia. Contro la formazione di mister Zambonbardi  Lagonegro ha infatti vinto solo una volta , due anni fa. Primi due set precisi per i lagonegresi poi subiscono il ritorno di Brescia che risale nelle percentuali di attacco e vince il terzo. Poi nel quarto set nonostante l’avvio ottimale degli ospiti, 5-10 Marretta e compagni recuperano e si riportano in avanti 14-12 e 17-13, poi ancora una parità 21-21 ma nel finale la lucidità dei biancorossi premia.
Primi punti mandati in rete da entrambe le formazioni, poi il primo punto lo mette a terra Scuffia al 3-2. Sono gli ospiti però a ritrovare gioco e farsi strada nel conto del set con Capitan Cisolla 5-8. Tubertini è costretto a fermare il gioco. Al rientro Bisi e Cisolla sprecano mandando out e con un fallo del Brescia si ripristina parità sull’8vo punto. Errore da parte del bresciano Galliani, e con l’ace di Scuffia i padroni di casa scappano a + 3. (13-10).Zambonardi richiama i suoi. Al rientro, è  il veterano Cisolla a far mantenere la calma e insieme al compagno Bisi ripristinano nuovamente la parità.(14-14).    Si procede punto a punto, ma nel finale sono i lagonegresi a condurre con Maretta e Salsi che mettono in difficoltà la difesa avversaria è 22-19. La Cave del Sole Geomedical così nel finale porta a casa il set con precisione.
Si riparte con campi palla tra le due squadre fino al 7 pari. Scuffia con diagonale stretta allunga a +2(10-8). Zambonardi chiama i suoi per  far schiarire le idee. Ma al rientro su taraflex, Mazzone prima in diagonale e dopo con uno straordinario recupero di Maretta mette a terra punti decisivi per la Cave del Sole.(14-12). I lucani gestiscono le due lunghezze di vantaggio fino al 18-16. Arriva l’ace di Cisolla e il coach Tubertini suona il tempo. La percentuale d’attacco per i padroni di casa si alza dal 36% vista  nel primo , al 50% nel secondo. Il gioco riprende punto a punto, sul 22 pari Tubertini mischia la carte, Bellucci scambia con Salsi e Molinari sostituisce Maccarone. Nel finale Maretta si oppone a Bisi ed  è sempre il bianco rosso Marretta a siglare gli ultimi due punti a chiusura del set.
Il terzo set si apre con un allungo di Brescia 2-5. Tra le file lucane entra il russo Tiurin,  ma sono sempre gli ospiti a condurre il gioco. (5-10). Salsi cede il posto a Bellucci. La formazione ospite non vuole cedere il gioco ai lucani e si oppone a tutti i tentativi di attacco. Tubertini è costretto a richiamare i suoi   e al rientro Cave del Sole Geomedical, prova a recuperare le sei lunghezze di svantaggio, ma nel finale lo svantaggio è importante e i bresciani se lo aggiudicano.
Tubertini per il 4 set decide di lasciare in campo Tiurin. Nella prime battute la scelta di lasciare Tiurin è vincente perché in russo integrato fianco rosso con la sua potente diagonale ferisce l’attacco dei suoi avversarie con un Ace di Mazzone si registra la parità (4-4). I Bresciani  oppongono a muro Tiurin e compagni e macinano gioco con un + 5 (5-10). I lucani sono abili a reagire con Spadavecchia che alza una saracinesca a muro e Marretta che è esperto a rintracciare le mani del muro opposto. Recuperano tutte le lunghezze i lagonegresi ripristinando prima la parità e subito dopo un vantaggio di + 2  con  muro di Molinari e parallela di Turin,  14-12.  Zambonardi suona il tempo. Al rientro sul tappeto di gioco, sono gli uomini di Tuertini a far spettacolo seppur con un pubblico virtuale.Spadavecchia dagli 8 mette subito a segno, e un soffice pallonetto di Mazzone è + 4 (17-13). Piccole imprecisioni di Igor permettono a Brescia di dimezzare. Si ripristina la parità sul 18mo. Entra Bellucci per Molinari. Nel finale è un cardiopalma sul 21 pari, Tubertini ferma il gioco. Al rientro è il siciliano Marretta a mettere a terra due punti, è  Mazzone a comunicare ai suoi ospiti il game over.
“Oggi siamo riusciti a portare bottino pieno e ci serviva alla nostra risalita, -dichiara il coach Tubertini a fine gara- una buona dose di fiducia   un sostegno a tutto quello che stiamo facendo, i ragazzi stanno lavorando tanto. Siamo stati bravi a ripartire con la battuta nel 4 set e resettare, alcune cose sono da rivedere ma prendiamo tutto il buono di oggi- conclude Tubertini.”