Bergamo di rabbia e qualità. Lagonegro cede 3-1

Otto su otto. In regular season il percorso dell’Agnelli Tipiesse è più “regular” che mai. Dopo l’infausto mercoledì di Coppa Italia, i rossoblù riversano sul taraflex tutta la rabbia necessaria per stoppare a quattro la serie utile della sempre temibilissima Lagonegro già fatale all’andata. Rispetto alle ultime due gare, i bergamaschi addentano subito la sfida e i risultati sono immediatamente evidenti. Così come la compattezza (ribadita dalle prove maiuscole anche degli altri: 90% offensivo di Cargioli e 73% di Cioffi, 70% in ricezione di D’Amico e 76% di Pierotti) che permette di mettere le mani su un quarto periodo che si era tremendamente complicato. Stavolta però Finoli – eletto Mvp – prende per mano i suoi e Padura Diaz mette la griffe su un 3-1 di platino. Per la classifica e per il morale.

Si esce dai blocchi con il 74% in attacco e con il 91% con il 73 di perfetta in ricezione con gli ospiti (7 errori al servizio) si consegnano mettendoci anche del loro. Finoli torna a mettere in vetrina la sua classe, Terpin cancella i recenti alti e bassi e nella prima ora, ben supportato da Padura Diaz che comincia con 7 palloni a terra con il 71%, incide sempre oltre il 60%. Gli avversari, rispetto al magistrale match d’andata, graffiano poco dai nove metri, la ricezione orobica va a nozze e il 2-0 ancora relativamente in controllo è l’immagine del livello della prestazione. Ma i potentini si ritrovano e fanno la voce grossa nel terzo periodo con Sebastiano Milan (9 punti, 73%) in grande evidenza. Eppure diventa una questione di dettagli: Padura Diaz viene stoppato da Di Silvestre, Argenta piazza la parallela che riporta i suoi in partita. Qui l’inerzia rischia di passare nelle mani dei ragazzi di Barbiero che se ne vanno fino al 13-17, pregustando il tie-break. A negarlo è la riscossa rossoblù con pareggio a 20 e finale di marca Padura Diaz con ace e attacco. Freddezza, tenacia e spirito combattivo: così tornano i 3 punti, così si resta davanti a tutti.

Agnelli Tipiesse Bergamo – Cave del Sole Lagonegro 3-1 (25-17 25-20 23-25 25-23)
Bergamo: Cioffi 9, Finoli 3, Terpin 16, Cargioli 10, Padura Diaz 19, Pierotti 11, D’Amico (L), Ceccato, Mancin. N.E. De Luca (L), Abosinetti, Baldi, Larizza. All. Graziosi.
Cave del Sole: Milan 21, Bonola 9, Argenta 17, Di Silvestre 13, Maziarz 2, Pistolesi, Hoffer (L), El Moudden (L), Armenante, Zivojinovic. N.E. Biasotto, Beghelli. All. Barbiero
Arbitri: Prati, Pristerà