La chiusura perfetta!

Perugia supera in tre set Civitanova nel big match dell’ultima di Superlega in un PalaBarton infuocato. Grande prova dei Block Devils al servizio ed a muro, clamorosa rimonta nel terzo set sotto 8-15. Dal prossimo fine settimana via ai playoff scudetto, sarà Cisterna l’avversario nei quarti di finale

 

Chiude la regular season con una vittoria la Sir Safety Conad Perugia. I Block Devils confermano il primo posto in classifica superando in tre set combattutissimi la Cucine Lube Civitanova nel tripudio di un PalaBarton infuocato.
Match splendido, con una grande pallavolo da entrambe le parti e con una cornice di pubblico degna di due grandi squadre. Perugia, senza Anderson volato negli States per la nascita della sua secondogenita, la fa suo dopo tre parziali al calor bianco, sfruttando i fondamentali del muro (12 vincenti contro 3 avversari) e del servizio (5 ace contro 2) e trovando colpi vincenti in attacco nei momenti caldi dei tre set. Clamorosa la rimonta nel terzo parziale quando, sotto 8-15, i bianconeri non mollano, risalgono punto dopo punto grazie ai palloni vincenti di Rychlicki e Leon e trovano il guizzo decisivo dopo una interminabile lotteria ai vantaggi.
Mvp della sfida l’opposto bianconero Kamil Rychlicki. Il lussemburghese cresce punto dopo punto e chiude con 20 palloni vincenti ed il 53% in attacco, ben spalleggiato dal best scorer della partita Leon (22 con 2 ace, il 56% in attacco e 5 muri) e da Plotnytskyi (13 con 3 ace, tante serie importanti dalla linea dei nove metri e 2 muri vincenti). Ricci e Solè sono concreti al centro della rete, Colaci comanda da par suo la seconda linea, Giannelli è un’iradiddio in regia, Grbic solito abile stratega nel presentare in campo una squadra affamata, concentrata, determinata e bella da vedere.
Alla fine festa in campo e sugli spalti con la Coppa Italia protagonista. Da domani testa ai playoff scudetto che partono nel prossimo fine settimana con i Block Devils, testa di serie n.1, che pescano nei quarti di finale la Top Volley Cisterna.

IL MATCH

Non c’è Anderson, volato negli States per la nascita della secondogenita, al suo posto gioca Plotnytskyi. Al centro per Grbic coppia Ricci-Solè. Subito due di Leon e poi due di Juantorena (2-2). Muro vincente di Solè (5-3). Ace di Simon, poi Lucarelli e vantaggio Lube (5-6). Ancora un muro di Perugia, stavolta con Ricci (8-7). Juantorena capovolge ancora (8-9). Sempre a muro Perugia, lo firma Leon (10-9). Plotnytskyi in contrattacco da posto 6 (11-9). Sesto muro nel set di Perugia con Leon (14-11). Difesa e contrattacco di Rychlicki (16-12). Out Lucarelli (18-13). Out anche Rychlicki (19-16). Errore in attacco di Plotnytskyi, Civitanova torna sotto (20-18). Il neo entrato Kovar porta la Lube a -1 (22-21). Rychlicki dalla seconda linea, poi Solè e set point Perugia (24-21). Ace clamoroso di Leon e vantaggio Perugia (25-21).
Botte da orbi anche nell’avvio del secondo set con gli ace di Plotnytskyi e Zaytsev (6-6). Il contrattacco di Juantorena porta avanti la Lube (6-7). Rychlicki capovolge (8-7). In rete la pipe di Leon (8-9). Contrattacco di Lucarelli, fuori Plotnytskyi e +3 Civitanova (9-12). Perugia sistema la fase di sideout, ma non riesce a ricurice il gap (14-17). Fuori Lucarelli, poi ace di Plotnytskyi (18-18). Giannelli ad una mano per Rychlicki che firma il sorpasso Sir (19-18). Il muro della coppia Rychlicki-Solè tiene avanti Perugia (21-20). Ace di Leon a 130 Km/h (23-21). Plotnytskyi porta Perugia al set point (24-22). Muro di Plotnytskyi e Perugia raddoppia (25-22).
Parità anche in avvio di terzo parziale (5-5). Break della Lube con Zaytsev (6-8). Prove di fuga per Civitanova (8-12). Altri due per gli ospiti (8-14). Perugia prova ad accorciare con gli attacchi di Rychlicki (14-18). Muro di Solè e poi muro di Plotnytskyi (16-18). Rychlicki tiene vive le speranze da posto 4 (19-21). Leon riporta Perugia a -1 (21-22). “Single wall” di Leon e parità (22-22). Simon a segno (22-23). Leon sulle mani alte del muro (23-23). Kovar dà il set point alla Lube (23-24). Invasine del muro di Civitanova, si va ai vantaggi (24-24). Fuori Leon dai nove metri (24-25). Tocca l’antenna l’attacco di Juantorena (25-25). Sulla linea il contrattacco di Plotnytski, match point Perugia (26-25). Maniout di pura classe di Juantorena (26-26). Muro di Juantorena, ancora set point Lube (26-27). Rychlicki non ci sta (27-27). Fuori il servizio di Giannelli (27-28). Ancora Rychlicki (28-28). Il muro di Leon, match point (29-28). In rete Plotnytskyi (29-29). Leon da posto 4 (30-29). Fuori Kovar, Perugia vince ancora (31-29).

I COMMENTI

Sebastian Solè (Sir Safety Conad Perugia): “È stata una partita nella quale ci siamo trovati anche sotto contro una Lube in crescita. Ma abbiamo messo in campo una bella pallavolo, abbiamo lavorato tutta la settimana forte perché volevamo vincere ed abbiamo tenuto il giusto atteggiamento. Il pubblico? Bellissimo, quando eravamo sotto nel terzo set i nostri tifosi non hanno mollato e ci hanno dato quell’energia per risalire e vincerlo”.

IL TABELLINO

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – CUCINE LUBE CIVITANOVA 3-0
Parziali: 25-21, 25-22, 31-29
SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Giannelli 1, Rychlicki 20, Ricci 5, Solè 7, Leon 22, Plotnytskyi 13, Colaci (libero), Travica, Ter Horst, Mengozzi. N.e.: Piccinelli (libero), Dardzans, Russo. All. Grbic, vice all Valentini.
CUCINE LUBE CIVITANOVA: De Cecco, Zaytsev 10, Simon 8, Anzani 2, Lucarelli 8, Juantorena 12, Balaso (libero), Gabi Garcia 1, Diamantini 1, Kovar 4, Yant, Sottile. N.e.: Marchisio (libero), Jeroncic. All. Blengini, vice all. Giannini.
Arbitri: Rossella Piana – Andrea Puecher
LE CIFRE – PERUGIA: 17 b.s., 5 ace, 51% ric. pos., 13% ric. prf., 49% att., 12 muri. CIVITANOVA: 7 b.s., 2 ace, 42% ric. pos., 18% ric. prf., 44% att., 3 muri.

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY CONAD PERUGIA