Latina nella tana dei primi della classe

L’Andreoli, tornata vittorioso dalla trasferta in Estonia di Challenge Cup, si rituffa nel campionato. In programma la difficile trasferta a Macerata valida per la 13ma giornata del massimo di A1. Si gioca al Fontescodella alle 17.30, anticipo dovuto per permettere la diretta di Raisport1.
Macerata, oltre al campionato, è impegnata nella Champions League dove giovedì ha superato, nell’andata degli ottavi di finale, la Copra Piacenza 3-0.
Nella bacheca dei marchigiani ci sono 14 Trofei: 2 scudetti (2005-06, 2011-12), 4 Coppe Italia (2001, 2003, 2008 e 2009), 3 Supercoppe (2006, 2008, 2012), una Champions (2001-02), 3 Coppe Confederali (2001, 2005, 2006) e una Challenge (2011), oltre a 8 titoli giovanili.
La Lube è la capoclassifica del torneo, grazie a 11 vittorie e una sola sconfitta arrivata nell’ultima giornata del girone di andata da Piacenza al tiebreak. È ancora imbattuta in casa dove ha chiuso tutte le gare 3-0 ad eccezione del 3-2 con Modena. Il tecnico Alberto Giuliani può contare sugli azzurri Zaytsev, Parodi, Kovar e Baranowicz, sui serbi pluri medagliati Podrascanin e Stankovic, il folletto francese Henno e da quest’anno anche sul polacco Kurek. Con una panchina che può schierare tra gli altri gli ex Patriarca e Giombini. Alberto Giuliani nella gara di giovedì in Champions ha schierato Baranowicz al palleggio e Zaytsev opposto, Podrascanin e Stankovic al centro, Kurek e Parodi di banda con Henno libero.
Sia la Lube che l’Andreoli saranno poi impegnate in settimana nelle gare di ritorno della Coppa Europea dove sanno che l’eliminazione diretta non permette grossi errori anche se gli basterà ad entrambi due set per volare ai quarti di finale. Inizierà il Latina mercoledì 22 gennaio alle 20.30 al PalaBianchini con il Parnu, il giorno dopo alle stessa ora sarà la volta di Piacenza-Macerata.
La gara di andata in campionato si concluse in tre set a favore degli ospiti, ma non fu una passeggiata per i marchigiani che dovettero ricorrere due volte ai vantaggi per portarsi a casa l’intera posta. Santilli prima di decidere sul sestetto attende notizie dall’infermeria dove potrebbe recuperare i suoi uomini. A Parnu ha schierato Sottile in regia e Starovic opposto, Gitto e Verhees centrali, Fragkos e Skrimov di banda con Rossini libero.
Nei 31 precedenti tra le due formazioni nel massimo campionato e in Coppa Italia, 25 sono andati a favore della Lube e 5 ai pontini, a Macerata il bilancio è di 13-2 per i padroni di casa, Latina non vince dal 7 novembre 2004, 6° giornata della stagione 2004-05, dove si aggiudicò la gara al tiebreak.
Molti gli ex in campo in entrambi gli schieramenti: Ivan Zaytsev (2007-08), Stefano Patriarca (2012-13), Leondino Giombini (2009-11) e Francesco Cadeddu (2° allenatore 2008-09) nel campo di Macerata; Sasa Starovic (da fine stagione 2011-12, 2012-13), Carmelo Gitto (giovanili 2002-07) e Roberto Santilli (2° allenatore 1999-00) in quello di Latina.
Diretta Raisport1 dalle 17.30 con telecronaca di Maurizio Colantoni e commento tecnico di Claudio Galli, radiocronaca integrale su Radio Antenne Erreci (FM 97.300 MHz anche sul web www.radioantenne.it), mentre Lazio Tv trasmetterà la gara lunedì sera alle 23 con varie repliche durante la settimana con telecronaca di Roberto Italiano.
A CACCIA DI RECORD – In Regular Season: Ivan Zaytsev -4 battute vincenti alle 200 (Cucine Lube Banca Marche Macerata); Carmelo Gitto -4 muri vincenti ai 200 (Andreoli Latina).
In Campionato: Ivan Zaytsev -10 attacchi vincenti ai 2000 (Cucine Lube Banca Marche Macerata); Davide Candellaro – 1 muro vincente ai 200 (Andreoli Latina).
In Campionato e Coppa Italia: Daniele Sottile -1 battuta vincente alle 100 (Andreoli Latina).
Carmelo Gitto: “andiamo a Macerata consapevoli del loro momento di forma. Lo dimostra la partita di Champions contro Piacenza, dove non hanno sbagliato niente, sono stati perfetti. In casa loro sarà difficile portare a casa dei punti, anche se noi ce la metteremo tutta per strapparglieli. Veniamo dalla buona prestazione in Estonia, dobbiamo cercare di rimettere in campo quello di buono che abbiamo fatto in Coppa”.
Jason De Rocco: “Macerata è una squadra molto forte la prima della classe, è una gara molto difficile dobbiamo giocare la nostra migliore pallavolo per avere delle possibilità. Ho sempre visto Macerata in video, anche in queste ultime gare che ha disputato. Per quanto riguarda noi, gli infortuni hanno influito in queste ultime partite e speriamo di recuperarli in fretta. Abbiamo giocato bene in challenge cup e siamo fiduciosi sul nostro futuro”.
Dragan Stankovic – “Con Latina dobbiamo avere il giusto approccio alla gara. Non importa se giochiamo con l’attuale squadra all’ultimo posto in classifica perché, come sappiamo e come dico sempre, nel campionato italiano se non giochi sempre al massimo è difficile vincere e si rischia anche contro formazioni meno forti sulla carta. Sarà una partita importante, pure se incastrata tra le due fondamentali sfide di Champions League con Piacenza, anche per consolidare il primato in Regular Season. Troveremo di fronte una buona squadra, la classifica di Latina infatti non rispecchia il valore della formazione pontina, che ora con l’innesto di Starovic è più forte rispetto alla gara di andata. Ripeto, dobbiamo giocare anche questa partita al massimo per vincere. Nel match di giovedì sera con Piacenza abbiamo speso parecchie energie, guardando solo il risultato può sembrare che il match sia stato facile, invece è tutt’altro. Abbiamo giocato davvero bene e dopo una partita così è aumentata ancora di più la nostra fiducia, un’ulteriore crescita in vista dei prossimi impegni, a partire da quello di domenica in campionato con Latina”.