CONAD REGGIO PERDE CONTRO LA CAPOLISTA: 3 A 0 PER BRESCIA

Una pallavolo tagliente quella di stasera al centro sportivo San Filippo di Brescia. La partita che ha visto scendere in campo alle 18 la capolista Brescia contro Conad Reggio si è conclusa con un 3 a 0 netto per la Centrale Latte Sferc. Conad Reggio, forse messa alla prova da un lungo periodo di pausa, non va comunque alla ricerca di giustificazioni per le sue carenze. Al contempo, i migliori complimenti alla squadra bresciana e la sua ottima prestazione.

Il primo set inizia ad un ritmo sostenuto, Reggio e Brescia avanzano punto a punto, fino ad un primo distacco della Centrale Latte Sferc. Sull’8 a 4 per Brescia pare che la squadra in casa inizi ad imporre il suo ritmo, ma l’attacco della Conad, specialmente da parte dell’opposto Giacomo Bellei, riporta il gioco di Reggio a una maggiore incisività. La distanza di punteggio arriva a soli due punti sul 14 a 12 per Brescia, Reggio non riesce ad imporre il suo gioco pur rimanendo ‘alle costole’ della capolista. Conad subisce sensibilmente l’attacco bresciano, coach Mastrangelo chiama tempo sul 23 a 19 per Centrale Latte Sferc. Dopo un tentativo di recupero da parte di Bellini e Torchia, in cui la palla purtroppo finisce fuori banda, è il match point per Brescia. È su una ricezione sbagliata di Bellini che il set si chiude, con la vittoria della Centrale Latte Sferc.

Anche nel secondo set parte in vantaggio la squadra ospitante, e stavolta di nuovo il ritmo bresciano porta la capolista avanti di quattro punti. Al 12 a 7 per Brescia, coach Mastrangelo chiama time out: Reggio ha perso grinta, e vede Brescia allontanarsi sempre più. Dopo un primo momento, in cui la distanza tra le squadre diminuisce e sembra che Conad riesca ad imporsi di più, il servizio di Cisolla e Valsecchi in attacco riportano il punteggio a 15 a 10 per Brescia. Il morale nella metà di campo reggiana è basso, dopo un ace di Milan che porta il punteggio 20 – 14, ecco il secondo time out della Conad Reggio. Scalda gli animi Nicola Sesto in attacco, poi a muro insieme alla banda Giulio Silva, ma Brescia resta in vantaggio netto. Un pallone murato da Bellei e Benaglia tocca la banda, ma è videocheck: confermato punto al Brescia, che arriva a 24. È il medesimo muro doppio a mandare la palla out a fondo campo, e Brescia vince il secondo set.

Conad parte in lieve vantaggio al terzo set, siamo a 5 a 3 per Reggio quando Cisolla inizia il suo turno al servizio con un ace. Brescia inizia ora a imporre il suo ritmo, fino a superare Reggio. Il distacco è sempre di pochi punti, ma la capolista resta sempre in vantaggio. Dopo un primo tempo in perfetta intesa tra Sesto e Fabroni, si arriva al pareggio: 12 a 12. Conad Reggio non molla, la partita avanza punto a punto, fino ad un nuovo distacco del Brescia. Siamo 17 a 14 quando coach Mastrangelo chiama time out. Conad Reggio non riesce davvero a ‘prendere il via’, mentre la capolista avanza col punteggio. Cisolla viene murato due volte, il che pare riportare un po’ di carica in campo: siamo 23 a 20 per Brescia. La tensione è palpabile, e coach Zambonardi chiama il time out. Cisolla evita l’ostacolo con un pallo netto, e Brescia arriva al match point. Ippolito attacca, ed è videocheck: punto confermato a Reggio, ma è un attacco di Milan a chiudere il set.