Serie A3, domenica in campo a Fano a caccia di punti e conferme

Trento, 6 dicembre 2019

Match domenicale nella terra che ha dato i natali ad Angelo Lorenzetti per l’UniTrento Volley. Il giorno dell’Immacolata la formazione Under 21 di Trentino Volley sarà infatti di scena sul campo della Gibam Fano per l’ottava giornata del girone Bianco di Serie A3 Credem Banca. Un match tra due formazioni a stretto contatto in classifica (dodici punti per Trento, undici per marchigiani), ma diametralmente opposte nel modo in cui in estate hanno composto il loro organico. Se i giocatori di Trentino Volley sono tutti giovani studenti, dall’altra Fano è una squadra invece composta soprattutto da atleti molto esperti, guidati dal centrale cubano Hiosvany Salgado, 40 anni il 13 dicembre, una vita trascorsa sui campi della Serie A2.
Come i bianco bordeaux quella fanese è una compagine molto combattiva: tre delle quattro sconfitte sin qui subite sono arrivate solo al tie break; per ottenere un risultato positivo all’UniTrento Volley servirà lo stesso carattere messo in mostra sabato scorso contro Civitanova per continuare a muovere la propria classifica, mantenendosi a debita distanza dalla zona a rischio. Mister Francesco Conci ha solo problemi di abbondanza e un ampio ventaglio di scelte da operare per lo starting six, anche alla luce della partita di sabato scorso.
“La vittoria contro la GoldenPlast ci ha offerto entusiasmo e tranquillità – afferma il tecnico – perché abbiamo allontanato la quota retrocessione diretta. In classifica si è creata una situazione particolare perché tra la quarta e la nona posizione c’è solo un punto di differenza e in un attimo si può passare dalle parti alte a quelle basse; la cosa per noi positiva è che si è creata una frattura tra le ultime tre e tutte le altre formazioni del torneo. Affrontiamo questa partita con poco da perdere e questo potrebbe essere una condizione buona per esprimerci al meglio; il nostro obiettivo sarà quello di migliorare alcune situazioni di gioco, come ad esempio l’attacco e la correlazione fra muro e difesa. Fano è sicuramente uno dei campi più difficili del campionato; i nostri avversari hanno sin qui avuto un cammino simile al nostro e sono sempre andati a punti tranne che nell’ultima giornata”.
Il giocatore più pericoloso di Fano è l’opposto Andrea Bulfon, triestino classe 1996 con un passato a Civitanova, che insieme allo stesso Salgado e al lettone Atvars Ozolins forma la spina dorsale della squadra. La difesa è guidata dal libero Andrea Cesarini, due stagioni fa  secondo di Colaci a Perugia, mentre sin qui ha trovato poco spazio lo schiacciatore Michael Mair, cresciuto proprio nelle giovanili di Trentino Volley.
Arbitreranno l’incontro Alessandro Somansino di Teramo ed Emilio Sabia di Bolzano. Il match sarà trasmesso in live streaming collegandosi al sito www.legavolley.tv.


UniTrento Volley
Ufficio Stampa