Fabio Mechini: “Siamo orgogliosi di quanto stiamo facendo, le regole ci sono e vanno rispettate”

E’ la vigilia della sfida di campionato tra Emma Villas Aubay Siena e la Agnelli Tipiesse Bergamo. La gara, valevole per l’ottava giornata di campionato, è in programma domani, domenica 6 dicembre, a partire dalle ore 18 al PalaEstra. Il match verrà giocato a porte chiuse ma sarà trasmesso in diretta streaming online sui canali della Legavolley.

Siena tornerà a disputare un match ufficiale a quasi un mese di distanza dall’ultima volta, che fu l’8 novembre scorso, in Abruzzo, contro Ortona. In questo lasso temporale i biancoblu hanno dovuto vedersela con un avversario davvero molto temibile, il virus Sars-Cov-2. Dieci tesserati del team senese sono stati contagiati e hanno dovuto affrontare la sfida con il Coronavirus. Pian piano chi si è negativizzato è tornato ad allenarsi in una situazione certamente non semplice da gestire.

“La squadra – commenta il direttore sportivo della Emma Villas Aubay Siena, Fabio Mechini – ha reagito a questo mese di stop con grande entusiasmo e nel miglior modo possibile. Ora andiamo ad affrontare una delle squadre più in forma del campionato, gli ultimi risultati ottenuti lo dimostrano”. E infatti Bergamo ha vinto le ultime due sfide disputate nel torneo, entrambe in casa, prima contro Brescia e poi contro Taranto.

Aggiunge il diesse Mechini su questo particolare periodo vissuto dalla squadra: “La società ha fatto negli ultimi giorni una vera e propria corsa contro il tempo per riportare i giocatori a disposizione dal punto di vista fisico per questa partita. Abbiamo fatto di tutto per ottemperare ad ogni dettaglio del protocollo sanitario imposto. Mi meraviglio invece del fatto che in altre circostanze e situazioni non sia stato effettivamente tenuto da tutti lo stesso comportamento. Noi siamo orgogliosi del comportamento che abbiamo tenuto e che stiamo tenendo. I momenti tolti agli allenamenti per far fare ai ragazzi tutte le visite necessarie dopo che avevano contratto il Coronavirus sono per noi fondamentali per poter essere certi di tutelare al 100% la salute dei nostri tesserati. Le regole ci sono e vanno rispettate”.

 

Quella tra Siena e Bergamo sarà anche una partita di ex. Sono infatti ex i due allenatori, Alessandro Spanakis e Gianluca Graziosi, e lo sono anche Dore Della Lunga, Pasquale Fusco e Yuri Romanò.

Così parla coach Alessandro Spanakis alla vigilia del match: “Difficoltà ce ne sono per tutti quelli che stanno vivendo situazioni come la nostra. Allenarsi in 5-6 per una-due settimane e recuperare giocatori in tempi diversi costringe a fare tanti lavori differenziati e chiaramente questo riduce ai minimi termini il tempo dedicato alle situazioni di gioco.  E’ una situazione nuova che però stiamo affrontando con il massimo impegno. Di questo voglio ringraziare il mio secondo, e preparatore, Omar Pelillo per il supporto e per la grande professionalità che sta dimostrando in questo momento, e tutti i ragazzi che mi danno una mano in palestra. Una nota di merito poi va fatta anche alla società e allo staff medico-sanitario per come stanno gestendo questa emergenza, con il massimo rispetto per la salute dei propri tesserati, facendo tutti gli accertamenti del caso prima del reintegro in palestra. Cosa purtroppo non scontata e da non sottovalutare visto quanto sta succedendo in altre realtà, anche di Superlega. Questo aspetto fa riflettere, perché lasciando libera interpretazione dei protocolli di ripresa dell’attività si creano dei precedenti. Primo il rischio di sottovalutazione dei rischi post Covid. E questo chiaramente penalizza chi segue il protocollo alla lettera, e si ritrova gli atleti in campo con meno allenamenti sulle gambe rispetto a chi è meno ‘meticoloso’. Bergamo è una squadra costruita bene, con giocatori forti e un allenatore tra i migliori della categoria. Hanno iniziato la preparazione con molto anticipo rispetto alle altre e questa scelta ha dato i frutti. Sono partiti molto forte e poi hanno saltato anche loro delle gare per il Covid. E’ evidente che in questo momento siano più avanti di noi fisicamente e come livello di gioco, ma faremo tutto il possibile per rendere loro la vita difficile”.

 

Sarà una giornata da ex anche per coach Gianluca Graziosi, che lo scorso anno era alla guida del team senese che si trovava in testa alla classifica a marzo, al momento dello stop ai campionati a causa dell’emergenza Coronavirus e del lockdown. “Sono contento di tornare a Siena – afferma alla vigilia della gara – dove ho trascorso un anno positivo che purtroppo è stato interrotto dal Covid-19. E’ stata comunque una buona annata. Rimane tanta amarezza per quella interruzione a marzo della stagione. Ovviamente mancavano ancora i playoff, quindi è impossibile dire come sarebbe andata a finire. Tuttavia in quel momento stavamo giocando veramente bene. E’ andata così, non per colpa nostra”.

“Sarò contento – afferma ancora coach Graziosi – di rivedere giocatori e persone con le quali ho lavorato bene e che stimo, a partire dal Presidente Giammarco Bisogno e poi i membri della società e dello staff tecnico. Sarà una partita strana, condizionata dal Coronavirus, purtroppo in questo periodo non si possono preparare le gare come si vorrebbe farlo. Siena e Bergamo sono due team attrezzati per andare a disputare un ottimo campionato”.

La partita verrà arbitrata da Matteo Talento e Antonella Verrascina.