Lagonegro – Reggio: 3 a 0 al PalaBrillia

Un finale amaro per i reggiani, quello della quinta giornata in serie A2 Credem banca. La Conad esce dal PalaBrillia di Corigliano Calabro senza nessun punto, mentre la Geosat Geovertical Lagonegro si conquista la vittoria per 3 a 0.

Al fischio d’inizio (ore 18) coach Lorizio schiera la formazione di domenica scorsa, con la coppia Mattei-Zingel al centro. Dal secondo set però l’atleta australiano ritorna come a inizio stagione al ruolo di opposto, mentre al centro prende il suo posto Andrea Miselli. Se il primo set vede Reggio sottotono, al secondo è la Conad a recuperare terreno pur cedendo ai vantaggi sul finale (28 a 26). Al terzo Reggio tenta un’imposizione all’inizio ma la Geosat sente comunque di avere la partita in mano. Recuperando gli ospiti sul 6 pari, Lagonegro allunga le distanze fino a chiudere 3 a 0.

Buona prestazione in casa reggiana di Zingel (14 punti) e Mattei, ma il miglior realizzatore dell’incontro resta il russo Tiurin (21 punti) – in particolare il suo servizio è quello che ha fatto più penare i reggiani.

 

LA PARTITA

Reggio parte con il freno a mano tirato mentre Lagonegro mette in cassa da subito un break di tre punti. Nonostante la Conad riesca a recuperare, la Geosat inizia a cavalcare l’onda (13 a 7) grazie anche al ‘martello’ Tiurin. I tentativi reggiani di aggiustare il tiro riescono solo in parte, la partita ritrova un equilibrio ma è la squadra di casa a conquistare il primo set per 25 a 17.

 

Cambia la musica con Zingel opposto e Reggio recupera terreno, recuperando Lagonegro in più di un’occasione fino al sorpasso (15 a 16). La Conad riacquisisce la sicurezza necessaria a imporsi sulla squadra casalinga e Lagonegro lo percepisce, iniziando a commettere imprecisioni preziose per i nostri. Sul finale, il risveglio: 24 pari. Reggio cede di nuovo ai vantaggi, la Geosat si porta via anche il secondo per 28 a 26.

 

Stavolta è la Conad a partire con un break di tre punti, cui segue il pareggio di Lagonegro sul 6 pari. Non ci mette molto la Geosat, forte di due set, a rimettersi in carreggiata e allungare le distanze. Un altro cambio in casa Conad con Fabi al posto di Miselli, poi Scarpi su Ippolito. Non basta ad arginare la furia di Tiurin al servizio, Lagonegro prende definitivamente il largo e chiude il match 3 a 0 con un 25 a 17.

 

TABELLINO

 

GEOSAT GEOVERTICAL LAGONEGRO 3

CONAD REGGIO 0

 

(25-17, 28-26, 25-17)

 

Lagonegro: Zoppellari 1, Ramberti, Tiurin 21, Spadavecchia 6, Robbiati 3, Maccarone 1, Ladaga, Mazzone 9, Corrado 12, Ribezzo, Fantauzzo, Vecellio, Santucci (L), Condorelli (L).

Allenatore: Falabella.

 

Reggio Emilia: Pinelli 2, Catellani, Magnani 1, Zingel 14, Mattei 7, Miselli 1, Fabi 1, Ippolito 5, Dolfo 8, Bellini, Scarpi 2, Morgese (L), Cagni (L).

Allenatore: Lorizio.

 

Note: durata set 0.22, 0.33, 0.24 totale 1.19 Lagonegro: ace 7, muri 6, errori in battuta 15, errori avversari 25. Reggio Emilia: ace 1, muri 7, errori in battuta 15, errori avversari 19.

 

Arbitri: De Simeis, Gaetano.