Primo stop per Milano: Vibo vince 3-1

L’Allianz Powervolley lotta ma non riesce a fare suo il match: i vibonesi vincono in 4 set.

IN SINTESI: Arriva la prima sconfitta in campionato per l’Allianz Powervolley Milano che, nella terza giornata di Superlega, perde 3-1 contro Vibo Valentia. Partita combattuta con i meneghini che hanno lottato ma non sono riusciti a spostare l’inerzia del match dalla propria parte. Dopo un avvio in salita, Milano si sveglia e fa suo il secondo set, ma il vantaggio dilapidato nel terzo parziale (23-19), sposta definitivamente l’ago della bilancia dalla parte dei calabresi, autori di una buona prestazione. «Purtroppo non siamo entrati in campo con la cattiveria giusta – analizza lucidamente Riccardo Sbertoli. È un peccato, perché le occasioni le abbiamo avute e ce le siamo anche create. Testa ora subito alla prossima, di sicuro non ci abbattiamo e continuiamo a lavorare».

MILANO – Primo stop in campionato per l’Allianz Powervolley Milano che, nella terza giornata di Superlega, subisce la veemenza sportiva della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia che espugna l’Allianz Cloud. La formazione calabrese trova così i primi tre punti del proprio percorso in campionato, mentre la squadra di coach Piazza si lecca le ferite e spegne per il momento i sogni di gloria da prima in classifica. 3-1 il risultato finale in favore degli ospiti (19-25, 25-23, 25-27, 20-25) che hanno spinto in tutti i fondamentali fin dall’inizio e hanno meritamente conquistato il successo.

Fallisce il tris e dunque lo sprint a quota 9 punti in classifica l’Allianz Powervolley che, pur arrivando al match con grande entusiasmo frutto dei due successi contro Cisterna e Monza, si sgonfia sul più bello contro i vibonesi. Gara fin da subito in salita per Matteo Piano e compagni che, pur lottando strenuamente fino alla fine, non sono riusciti ad avere la meglio in un confronto a tratti spettacolare e sempre combattuto. La continua pressione esercitata dai calabresi fin dai 9 metri è stata una costante spina nel fianco di Milano che, nei primi due set, si è aggrappata ad Ishikawa (92% nei primi due parziali, 53% finale con 19 punti), ma non è riuscita a trovare il bandolo della matassa pur vincendo il secondo parziale. Il rammarico più grande risiede probabilmente nella terza frazione quando i padroni di casa, avanti 23-19, non sono riusciti a capitalizzare il vantaggio di 4 punti e sono capitolati ai vantaggi 25-27. Il quarto ed ultimo set, invece, è stato gestito dai vibonesi che, grazie all’inerzia positiva del match, hanno poi chiuso 20-25 con il punto finale di Drame Neto.

«Purtroppo non siamo entrati in campo con la cattiveria giusta – analizza lucidamente Riccardo Sbertoli. È un peccato, perché le occasioni le abbiamo avute e ce le siamo anche create, ma non siamo stati in grado di sfruttarle. Non siamo stati bravi a sfruttare le occasioni che ci siamo creati stasera. Testa ora subito alla prossima, che è una sfida importante contro Modena. Di sicuro non ci abbattiamo e continuiamo a lavorare». Il campionato offre infatti subito la possibilità a Milano di un pronto riscatto: domenica sera al PalaPanini sarà big match contro Modena.

CRONACA 

Primo set:

Primo break Vibo che con De Falco trova il 2-4. Sull’ace di Rossard (3-6) coach Piazza spende il primo time out. Out l’attacco di Maar e Vibo vola sul +5 (4-9). Subito coach Piazza corre ai ripari con il doppio cambio Daldello-Weber per Sbertoli-Patry sul 4-10, ma è ancora Vibo a trovare un grande punto con Rossard che porta Piazza a spendere un nuovo time out (5-12). Ishikawa trova un prezioso mani out da posto 2 (8-15), ma Vibo continua a condurre e si porta sul 10-19. Mosca, entrato al posto di Piano, inchioda il primo tempo dell’11-19. Milano prova il recupero nel finale con il punto di Ishikawa in pipe (18-24), con lo stesso giapponese che si veste da assistman per Basic (19-24). Chiude Drame Neto per il 19-25. 

Secondo set:

Subito ace per Ishikawa, con il muro di Maar su Drame Neto (3-1). L’attacco in di Maar (su videocheck Milano) porta i padroni di casa sul 6-3. Ishikawa non perdona (7-4), ma Vibo non molla e trova la parità con l’ace di Rossard (8-8). Primo tempo vincente per Piano (12-11), con Maar che trova il servizio vincente per il +2 Milano (13-11). Pasticcio difensivo nella metà campo di Vibo e coach Baldovin spende il suo time out (16-13). Vibo cerca di tenere il colpo e accorcia prima con Drame Neto (19-18) e poi trova il 20-20 con un tocco d’astuzia di Rossard. Muro Sbertoli su Rossard e Milano trova il nuovo +2 (22-20), con Basic a trovare il mani out del 25-23.

Terzo set:

Vantaggio Vibo con il contrattacco di Drame Neto (3-4). Allungo Vibo con l’errore di Patry (5-9), con l’ace di Chinenyeze che lancia Vibo sul 7-12. Ace Patry (9-12), con il uro di Piano che vale il 10-12. Ishikawa non si lascia ingannare da Drame Neto e accorcia 12-13, con la pipe di Basic che tiene Milano a contatto (14-15). Grandissima diagonale di Ishikawa per il 16-16, con il vantaggio che arriva al termine di uno scambio lunghissimo (18-17). Il bis lo serve Piano a muro (19-17), mentre il +4 si concretizza sull’invasione di Vibo prima e sull’ace di Kozamernik poi (21-17). Parallela di Basic (23-19), con Vibo che accorcia 23-21 sull’ace di De Falco. Mosca in primo tempo per il 24-22, ma il muro subito da Ishikawa porta tutto in parità (24-24). Vantaggio Vibo (25-26), con l’attacco out di Ishikawa per il 25-27. 

Quarto set:

Sprint Vibo che subito si porta sul +4 (1-5). Patry accorcia in diagonale (4-6), con l’attacco out di Drame Neto per il 7-8. Nuovo allungo degli ospiti che spingono in attacco e sfruttano gli errori dei padroni di casa: Basic prova ad accorciare con un colpo vellutato (14-17) mentre Ishikawa colpisce in pipe (16-19). Chiude il match Drame Neto 20-25.

TABELLINO

ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: 1-3 (19-25, 25-23, 25-27, 20-25). 

Allianz Powervolley Milano: Basic 12, Kozamernik 7, Daldello 0, Sbertoli 1, Maar 7, Weber 0, Patry 15, Piano 4, Mosca 3, Ishikawa 19, Pesaresi (L). All. Roberto Piazza.   

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Chinenyeze 14, Chakravort 0, Sardanelli (L), Drame Neto 20, Dirlic 0, Saitta 4, Rossard 20, Rizzo (L), Cester 4, De Falco 14. N.e.: Gargiulo, Fioretti, Corrado, Almeida. All. Baldovin.

NOTE 

Durata set: 31’, 33’, 37’, 28’.  Durata totale: 2h e 09’. 

Allianz Powervolley Milano: battute vincenti 4, battute sbagliate 12, muri 6, attacco 45%, 55% (33% perfette) in ricezione. 

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: battute vincenti 6, battute sbagliate 13, muri 11, attacco 50%, 46% (23% perfette) in ricezione.