Termina in parità l’allenamento con Lagonegro

Termina in parità il primo test-match precampionato tra la Prisma Taranto e la Rinascita Lagonegro: 2-2 il punteggio finale dell’incontro, con le due squadre che possono trarre spunti interessanti dall’allenamento congiunto disputato al PalaMazzola.

IL MATCH – Il tecnico degli ionici Di Pinto è costretto a mischiare le carte: alcuni problemi fisici di Parodi e Gironi costringono il “mago” di Turi a schierare, nel sestetto, Coscione palleggiatore, Alletti e Fiore come schiacciatori ricevitori e Padura Diaz nel ruolo di opposto, la coppia Di Martino-Presta centrali e Goi come libero. Lagonegro, invece, parte con Fabroni in cabina di regia e Tiurin opposto; Mazzone e Marretta schiacciatori, Maccarone e Molinari nei centrali con Santucci libero.

Parte forte la squadra rossoblù nel primo set, con un break di 8-3 che costringe gli ospiti a chiedere timeout. Con Alletti e Padura Diaz trascinatori, Taranto prende il largo e conquista il primo set per 25-13. La reazione degli uomini di coach D’Amico non si fa attendere: dopo alcune precise indicazioni, sale in cattedra la squadra lucana che se la gioca, punto a punto, con gli ionici. Ai vantaggi, Lagonegro porta a casa il secondo set col punteggio di 24-26. La partita trova il giusto equilibrio: la squadra ospite, motivata per la vittoria del set, sembra essere più reattiva rispetto agli ionici, autori di diversi errori, soprattutto in battuta. Le squadre, al primo test stagionale, accusano i carichi di lavoro legati alla preparazione. Entrambi i coach adoperano delle sostituzione: Di Pinto testa Persoglia ed Hoffer al posto di Fiore, non al meglio delle condizioni, e Goi; D’Amico, invece, stravolge la squadra, schierando Bellucci in cabina di regia, Scuffia opposto, Armenante e Battaglia in zona d’attacco, Molinari e Mazzone centrali con Russo libero. Il terzo set è una fotocopia del secondo ma ad avere la meglio, stavolta, sono Padura Diaz e compagni che si impongono per 25-23. Nel quarto set, Taranto e Lagonegro se la giocano punto a punto fino al 14-14, poi i lucani piazzano l’allungo decisivo (17-25) e pareggiano i conti. Sul punteggio di 2-2, termina l’allenamento congiunto delle due squadre: un test-match importante che ha fornito, ad entrambi i tecnici, un primo bilancio sul lavoro svolto nelle cinque settimane di preparazione.

PRISMA TARANTO-RINASCITA LAGONEGRO 2-2 (25-13, 24-26, 25-23, 17-25)

PRISMA TARANTO: Fiore 8, Coscione 3, Alletti 11, Cottarelli 2, Presta 11, Padura Diaz 15, Di Felice ne, Goi 0, Persoglia 6, Hoffer 0, Cascio 2, Di Martino 5. All. Di Pinto

RINASCITA LAGONEGRO: Mazzone 12, Spadavecchia 5, Fabroni 0, Battaglia 2, Marretta 13, Santucci 0, Maccarone 7, Russo 0, Molinari 1, Tiurin 14, Scuffia 5, Bellucci 0, Armenante 0.

NOTE: Allenamento congiunto disputato a porte chiuse.