Biancorossi al lavoro. Botto: “Non pensiamo più alle sfide passate, ora testa ai Play Off per raggiungere l’Europa”

Archiviata l’esperienza nei Play Off scudetto di SuperLega Credem Banca, Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza è pronta a tuffarsi in una nuova avventura in questo finale di stagione: i Play Off 5° posto che mettono in palio la partecipazione nella prossima edizione di Challenge Cup.

Rientrati in palestra nei giorni scorsi, i ragazzi di coach Lorenzo Bernardi hanno iniziato la preparazione in vista delle prossime sfide, nonostante non sia ancora completo l’elenco delle partecipanti. La formula, infatti, prevede la partecipazione di 8 squadre che giocheranno un girone all’italiana di 7 giornate, Semifinali e Finale per l’assegnazione del 5° posto finale assoluto di Campionato.

All’appello ora mancano le formazioni che domenica 21 marzo saranno impegnate in Gara 3 dei Quarti Play Off: in attesa di conoscere i verdetti tra Perugia-Milano e Monza-Vibo, sono già certe della partecipazione Piacenza, Cisterna, Modena, Padova, Ravenna, Verona. Clevenot e compagni, perciò, osserveranno un turno di riposo questa domenica per poi tornare sui campi a partire da domenica 28 marzo.

Ad analizzare il momento che i biancorossi stanno attraversando è Iacopo Botto: lo schiacciatore spezzino, infatti, è già proiettato sulla prossime gare che Gas Sales Bluenergy Volley Piacenza andrà ad affrontare.

“Il rientro in palestra è stato tranquillo, sappiamo che abbiamo un obiettivo importante ancora da raggiungere a cui teniamo. Non dobbiamo pensare alle due partite di Play Off, dove avremmo potuto fare qualcosina in più. Affrontiamo questo torneo, sapendo che non sarà facile: abbiamo molta fiducia in quello che stiamo facendo. Ora il nostro focus è rivolto a quello: pensiamo a fare il massimo ogni giorno per conquistare un posto in Europa”.

Botto è consapevole che per raggiungere il traguardo finale bisognerà scendere in campo concentrati e limitare al massimo gli errori:

“Siamo sicuramente una squadra molto competitiva ma ogni partita va giocata perché nessuna squadra che prenderà parte a questo torneo ci regalerà niente. Il calendario sarà intenso ma arrivati a questo punto giocare ogni tre giorni penso sia positivo e la stanchezza passa in secondo piano. Abbiamo lavorato un anno per giocare queste partite e a livello fisico sono sicuro che saremo pronti per affrontare questo Play Off”.