Con Modena è una maratona: la Lube taglia il traguardo al tie break

E’ della Cucine Lube Civitanova l’esultanza finale nel big match anticipo della 8ª giornata di ritorno della SuperLega Credem Banca, che ha visto la squadra allenata da Ferdinando De Giorgi sconfiggere in casa la Leo Shoes Modena.

I campioni del mondo, che giovedì prossimo scenderanno di nuovo in campo all’Eurosuole Forum per il recupero con Monza, si sono imposti al tie break (25-20, 28-30, 25-19, 16-25, 15-10) a conclusione di una vera e propria maratona con alti e bassi da una parte e dall’altra, chiudendo comunque in cassaforte la quarta vittoria su quattro gare nel 2021.

Il primo parziale è decisamente a tinte biancorosse anche se, dopo il 12-5 iniziale che lasciava presagire una strada tutta in discesa per capitan Juantorena e compagni, Modena ha provato fino all’ultimo a riaprire il set, riuscendo a risalire fino al -2 (21-19) firmato da un attacco di Vettori (6 punti, 50%). A ristabilire le distanze ci ha pensato poi l’ottimo lavoro del muro-difesa Lube, che in seconda linea ha potuto sfruttare contemporaneamente l’apporto di Balaso e Marchisio (a referto come schiacciatore), e l’efficacia in contrattacco delle bocche di fuoco in banda a disposizione di De Cecco, che fa schiacciare i suoi col 57% di efficacia contro il 36% degli ospiti. Chiuderà un attacco di Leal (6 punti, 60% in attacco) sul 25-20.

Nel secondo set la Leo Shoes sale di livello in tutti i fondamentali (52% contro il 45% della Lube in attacco, 4-4 nei muri, 44% a 40% la positività in ricezione) la sfida sul binario del perfetto equilibrio. Fino ai vantaggi, dove ad avere la meglio è la formazione di Andrea Giani, che sfodera Mazzone e Petric in versione giganti (100% su 5 primi tempi per il centrale, 6 punti col 56% su 9 attacchi per il martello serbo), e alla quarta occasione buona, dopo aver annullato due set point agli avversari, sfruttando il buon turno al servizio di Christenson chiude 30-28 a proprio favore grazie un contrattacco vincente di Lavia.

Il terzo parziale è a senso unico per la Cucine Lube, che prende il largo già in avvio imponendo il proprio ritmo con una battuta che mette costantemente in difficoltà la Leo Shoes (4 ace). I campioni del mondo fanno registrare il massimo vantaggio sul 17-10, rallentano un po’ quando giani butta nella mischia la coppia Rinaldi – Karlitzek (21-17), poi chiudono 25-19 dopo un errore al servizio di Vettori, e con Leal top scorer a quota 5 punti (67%).

Giani tiene in campo Karlitzek al posto di Lavia nel quarto parziale, che al contrario di quello precedente è un monologo di Modena, avanti addirittura 14-5 in avvio. Con Hadrava già in campo al posto di Rychlicki dal 5-9, De Giorgi prova a giocare anche le carte Falaschi, Kovar e Yant, nel tentativo di raddrizzare la situazione. Che però non riesce. Chiude Mazzone sul 25-16.

Nel tie break De Giorgi ripropone i titolare lasciando in panchina il solo Anzani, a favore di Diamantini. E il primo break è della Cucine Lube, conquistato con un tocco di prima intenzione di Rychlicki (10-8), che poco dopo firma anche il contrattacco vincente del 12-9. E’ la fuga decisiva, finisce 15-10 dopo due muri di fila entrambi firmati da Leal., e con Robertlandy Simon (15 punti, 71% in attacco, 3 ace e 2 muri) eletto Mvp.

FERDINANDO DE GIORGI (allenatore Cucine Lube Civitanova): “L’importante è vincere, ma dobbiamo riflettere su queste situazioni perché abbiamo concesso degli errori evitabili. Non basta essere bravi a recuperare perché siamo andati troppo a corrente alternata e abbiamo commesso errori evitabili. Si avvicina la Coppa Italia ed è importante trovare la continuità nei singoli match. Sono tante le variabili che causano dei cali di tensione, ma noi ci confrontiamo con serenità per migliorare”.

LUCIANO DE CECCO (palleggiatore Cucine Lube Civitanova): “La partita è stata strana, è difficile per me a caldo decifrare l’andamento del match, ma ciò che più conta è il successo. Paradossalmente se vincessimo tutte le partite 3-2 lo Scudetto sarebbe nostro. Anche nel primo set ci sono stati alti e bassi, poi abbiamo vinto facilmente il terzo, ma quando potevamo prendere i tre punti ci hanno portato al tie break. Vogliamo migliorare per giovedì e colmare le lacune di oggi. Giochiamo molto bene, ma solo a tratti. Ripeto che per me l’importante è vincere”.

FABIO BALASO (libero Cucine Lube Civitanova): “Purtroppo anche in questa occasione abbiamo vinto una partita importante per la corsa contro Perugia, ma abbiamo perso un punto utile come a Milano. Dobbiamo migliorare in alcune situazioni e crearne altre favorevoli. Non siamo stati sempre lucidi e ci siamo demoralizzati. Anche l’aspetto caratteriale va migliorato”.

Il tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Kovar 2, Marchisio, Juantorena 16, Balaso (L), Leal , Larizza (L) n.e., Rychlicki 16, Diamantini 1, Simon 15, De Cecco 1, Anzani 7, Falaschi, Hadrava 3, Yant 2. All. De Giorgi.

LEO SHOES MODENA: Rinaldi 3, Iannelli (L) n.e., Petric 14, Porro 1, Sanguinetti n.e., Stankovic 6, Grebennikov (L), Christenson 4, Karlitzek 6, Vettori 19, Mazzone 14, Lavia 6, Sala n.e.. All. Giani.

ARBITRI: Goitre – Sobrero.

PARZIALI: 25-20 (27’), 28-30 (38’), 25-19 (29’), 16-25 (25’), 15-10 (16’).

NOTE – Lube: bs 16, ace 7, muri 13, 38% in ricezione (21% perfette), 51% in attacco. Modena: bs 19, ace 5, muri 8, 41% in ricezione (18% perfette), 47% in attacco.