Tonno Callipo, Premio Barbagallo al DS De Nicolo e al promettente Nicotra

Serata di gala ieri nell’incantevole location del Lido Esagono di Aci Castello in Sicilia: riconoscimenti prestigiosi quelli ricevuti dal Direttore sportivo Ninni De Nicolo e dallo schiacciatore Alberto Nicotra della Tonno Callipo. La rinomata società della Pallavolo Roomy Catania da sempre sensibile all’universo giovanile, nel ricordare Antonio Barbagallo il suo padre fondatore, ha inteso premiare Ninni De Nicolo, direttore sportivo della Tonno Callipo Vibo Valentia nella sezione riservata ai dirigenti; e Alberto Nicotra talento nato e cresciuto nella Roomy Catania e neo schiacciatore della società giallorossa.
La lungimirante società siciliana ha scelto il ds De Nicolo, pugliese di origine, giunto alla sua quarta stagione in Calabria nell’organico dirigenziale della Tonno Callipo, “per essersi distinto quanto a professionalità ed attenzione verso i giovani profili”. Il diesse nativo di Terlizzi ha sempre dimostrato occhio clinico relativamente ai giovani prospetti, inserendoli ogni anno accanto ovviamente a giocatori esperti per ben figurare nella difficile Superlega. Tra gli elementi promettenti e desiderosi di affermarsi possiamo citare, giusto per restare all’ultima stagione, il centrale Giovanni Gargiulo reduce da una lunga gavetta in A2 ed abile a mostrare lo scorso anno buone doti anche nella sua prima stagione di A1, da qui non a caso la sua riconferma. Per il ds De Nicolo col Premio ricevuto ieri, si è voluto evidenziare soprattutto il lavoro della scorsa stagione. Una squadra costruita con molto acume e che, sul campo, ha dimostrato di reggere il confronto con le grandi del torneo, ottenendo il miglior piazzamento della sua storia, ovvero il quinto posto e sfiorando l’accesso alle semifinali scudetto, perdendo decisiva gara-3 con Monza. Insomma alle soglie del suo 15° torneo di Superlega, la Tonno Callipo ha dimostrato di ben rappresentare il Sud in tutti questi anni nell’Olimpo del volley.

Un altro riconoscimento è andato ad un prodotto della Pallavolo Roomy, ovvero al talentuoso Alberto Nicotra impostosi all’attenzione generale. Non se l’è lasciato sfuggire il ds De Nicolo, annotando le sue caratteristiche di promettente attaccante tra serie B e A3, ora c’è da crescere e confermarsi sul palcoscenico della Superlega. Scoperto a 12 anni in un campo di periferia a Calatabiano, la Pallavolo Roomy ha fortemente creduto nelle qualità di Alberto Nicotra sin dal primo allenamento. Sette anni di crescita, di lavoro e di sacrifici senza mai abbassare la guardia l’hanno portato a raggiungere risultati sorprendenti ma meritati. A confermare le sue qualità ecco gli ottimi riscontri ricevuti da Nicotra quest’estate: sesto posto alle finali nazionali Under 19, convocazione nella Nazionale Juniores e dulcis in fundo il passaggio alla Tonno Callipo Vibo Valentia in Superlega. “Nik”, così com’è chiamato Nicotra fin dagli inizi del suo percorso pallavolistico si è distinto non solo per le capacità tecniche, quanto anche per quelle umane e di leader per i compagni di squadra, avendo tra le guide principali il suo allenatore Giovanni Barbagallo, che ha sempre creduto in lui. Insomma Nicotra è protagonista della bella favola a lieto fine, che deve servire da esempio ai tanti giovani che credono nei propri sogni, ovvero che iniziando dalle categorie inferiori si può arrivare nei piani alti del volley e arrivare a giocare con atleti del calibro di Nishida e Borges, Saitta, Douglas e tutti gli altri della rinnovata Tonno Callipo.

UFFICIO COMUNICAZIONE
Rosita Mercatante
ufficiostampa@volleytonnocallipo.com