Del Monte Supercoppa, la Tonno Callipo Vibo strizza l’occhio anche al secondo trofeo stagionale in palio

Lunedì 10 aprile alle 19.00 il PalaMaiata ospita la sfida tra Vibo Valentia e Cantù. 

Il capitano Santiago Orduna suona la carica: «Abbiamo meritato di arrivare fin qui e adesso vogliamo goderci tutta l’emozione che comporta giocarsi una finale».

Archiviata con grande soddisfazione la prima parte di stagione con il dominio incontrastato Regular Season con 60 punti complessivi (21 vittorie e 5 sconfitte, tutte scaturite in trasferta) e con un cospicuo vantaggio di 12 punti sulla seconda in classifica Polisportiva Libertas Cantù, la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia si presenta con il ruolo di super favorita al secondo importante appuntamento di questa stagione, che mette in palio la Del Monte Supercoppa. Il trofeo, giunto alla sua 3a edizione, vedrà come protagoniste lunedì prossimo, 10 aprile, al “PalaMaiata”, con inizio alle ore 19.00, le prime due formazioni che hanno chiuso al primo e secondo posto nella classifica generale, in quanto la formula della Del Monte® Supercoppa A2 prevede infatti che la detentrice della Coppa Italia sfidi la vincitrice della Regular Season, ed in caso in cui le due squadre dovessero coincidere, parteciperebbe alla Supercoppa la seconda classificata nella stagione regolare, in questo caso la formazione brianzola.

Le prime due edizioni di questo trofeo sono state vinte dalla Agnelli Tipiesse Bergamo, formazione che in questa stagione è partita con il ruolo di principale antagonista per contendere la promozione in Superlega alla Tonno Callipo, ma dopo un’ottima prima parte di stagione ha palesato diversi colpi a vuoto nella seconda parte di stagione, che ha portato la rescissione tra il coach anconetano Gianluca Graziosi e la società orobica, che ha affidato la squadra al giovane tecnico delle giovanili Daniele Morato. La prima vittoria degli orobici si è materializzata venerdì 28 maggio 2021 al “PalaMazzola” contro la Prima Taranto (13 il finale), mentre il fantastico “bis” si è concretizzato venerdì otto aprile 2022 al “Pala Intred” contro la Conad Reggio Emilia (vincitrice di Coppa Italia e successivamente dei Play Off), sempre con il punteggio finale di tre set a uno.

Si tratta senz’altro di una competizione particolare, che si gioca con una gara secca per cui servirà una buona dose di tenacia e determinazione dal primo all’ultimo pallone della partita. Seppur Vibo, per quanto ha fino ad ora dimostrato sul campo, parte con i favori del pronostico, l’avversario non è da sottovalutare: Cantù è una squadra di ottime potenzialità, che ha sorpreso per una positiva continuità di gioco, che le ha consentito di sopravanzare formazioni più accreditate, come la stessa Bergamo, Castellana Grotte e Santa Croce in primis.

LE DICHIARAZIONI PRE-GARA
Alla vigilia di questo importante evento, la Del Monte® Superoppa Italia Serie A2 edizione, arrivata alla sua 3a edizione, è il palleggiatore e capitano della squadra giallorossa Santiago Orduna, l’atleta più rappresentativo della squadra del presidente Pippo Callipo a caricare tutto l’ambiente giallorosso:  «Abbiamo meritato di arrivare fin qui e adesso vogliamo goderci tutta l’emozione che comporta giocarsi una finale. Dovremo entrare in campo con la stessa determinazione e grinta che abbiamo avuto nelle ultime partite. Cantù è una squadra di grande valore che ha disputato una bella stagione e non è un caso se si è piazzata seconda in classifica. Le nostre due vittorie in regular season potrebbero trarre in inganno –prosegue il regista italo argentino– ma esaminando gli avvenimenti sappiamo che all’andata erano privi dell’opposto e al ritorno, in casa loro, abbiamo dovuto lottare e sistemare degli aspetti di gioco durante la gara quando eravamo sotto 20 e a fatica siamo riusciti a ribaltare la situazione. Cantù insieme a Pordenone, comunque, son le squadre che hanno sorpreso per il gioco espresso e per i risultati che hanno ottenuto. Da porto viro era più facile aspettarselo perché hanno un roster di giocatori esperti. Continuo però a pensare che i Play Off sono un campionato a parte e sebbene ci sono delle squadre che sono posizionate più giù in classifica sono molto pericolose come Santa Croce, Bergamo e Castellana Grotte. Non dimentichiamo Ravenna, che dovremo affrontare nei play off, una squadra molto giovane che combatte molto. Sarà una giornata di festa al PalaMaiata per tutti gli appassionati della pallavolo. Ci aspettiamo una cornice di pubblico come quella della Coppa Italia– ha concluso il numero 5 dei giallorossi–. Quella è stata un’esperienza indimenticabile che vorremmo si ripetesse».

Il tecnico brasiliano Cesar Douglas, alla prima stagione sulla panchina della formazione vibonese, ha aggiunto: «Sarà una gara dal ritmo di gioco molto intenso e dall’elevato livello di agonismo tra due squadre che non lasceranno nulla di intentato. Noi dovremo sfoderare tutte le armi a nostra disposizione –continua il tecnico della Tonno Callipo Vibo Valentia–  facendo affidamento anche sul sostegno da parte del nostro pubblico. Nell’arco della stagione abbiamo affrontato diverse fasi e tutte sono risultate utili ed importanti per la crescita della squadra di cui si è ben delineata un’identità forte e determinata. Anche se sono già arrivate delle belle soddisfazioni, il nostro percorso non si è ancora terminato e stiamo lavorando intensamente –conclude il coach brasiliano– per raggiungere tutti gli obiettivi prefissati».

AVVERSARIO–
POLISPORTIVA LIBERTAS CANTÙ. La compagine biancorossa partecipa al secondo torneo nazionale per 10a stagione consecutiva, l’undicesima nei suoi 41 anni di vita sportiva, dagli inizi nel mese di settembre del lontano 1982.

Il team brianzolo è guidato da Francesco Denora Caporusso un tecnico giovane ed emergente, nella scorsa stagione a Mondovì, sempre in Serie A2. Non è stata la sua prima esperienza da head coach: lo era già in Serie A3 Credem Banca alla guida della Aurispa Alessano prima e della Aurispa Libellula Lecce poi. Il suo esordio in Serie A2 Credem Banca, però, arriva come vice di Paolo Falabella sulla panchina della Rinascita Lagonegro, con la quale ha anche conquistato la promozione dalla Serie B.

Il tecnico pugliese natio di Altamura ha sostituito dopo due stagioni il tecnico della nazionale under 20 Matteo Battocchio, che aveva terminato la prima stagione con il 10 posto e l’eliminazione ai quarti di finale Play Off per mano della Prisma Taranto e la seconda con una sofferta salvezza e la qualificazione ai quarti Play Off della Del Monte Coppa Italia A2, sconfitta in gara secca dalla tetragona Agnelli Tipiesse Bergamo.

Una squadra profondamente rinnovata quella allestita dallo staff dirigenziale presieduto dal presidente Ambrogio Molteni, con gli unici punti fermi rappresentati dal centrale e capitano Dario Monguzzi, dal vice Luca Butti, che svolge il ruolo di libero, dall’altro posto –3 Federico Mazza ed dal giovane attaccante, classe 2002, Giacomo Rota.

In cabina di regia è arrivato il veneto Alessio Alberini, uno dei palleggiatori più talentuosi della categoria, è reduce da una stagione sopra le righe con la HRD Diana Group Motta di Levenza, dove ha vinto sette scudetti tricolore nelle varie categorie. Non è un volto nuovo nella Brianza comasca: Alessio, infatti, ha già indossato la maglia canturina nel torneo 2018–2019, conclusa con l’eliminazione nella gara di spareggio della semifinale Play–Off Promozione contro l’Olimpia Bergamo.

A completare la diagonale è il mancino nativo di Aosta ma di scuola Cuneo, Kristian Gamba, arrivato da un’esperienza triennale alla HRK Diana Group Motta di Livenza, con la quale ha conquistato la promozione dalla Serie A3 alla Serie A2 Credem Banca, oltre al Premio “Francesco Badiali” come miglior giocatore Under 23 italiano di Serie A3 nel campionato 2020-2021. Gamba è stato anche nel giro delle Nazionali giovanili, conquistando un argento ai Mondiali Under 21 in Bahrain nel 2019. Kristian ha delle ottime doti atletiche e tecniche, un mancino rapido e con un braccio davvero notevole. Inoltre ha le qualità per ‘spaccare’ i set con il suo servizio. Ha chiuso la regular season al sesto posto nella classifica dei migliori realizzatori con 441 punti nei 92 set e 23 gare disputate, precedendo proprio il pari ruolo austriaco, “punta di diamante” dell’attacco della Tonno Callipo Vibo, Paul Buchegger, che ha realizzato 432 punti (media 18.7 a partita), con 84 set e 23 match disputati.

Al centro, accanto al capitano Dario Monguzzi è arrivato l’esperto centrale transalpino Jonas Aguenier che dopo tre stagioni in Veneto con il Verona Volley, ha deciso di tornare a giocare in A2.

Altro atleta importante nel reparto dei centrali è il 26enne Federico Mazza, alla ga  stagione a Cantù, le ultime quattro consecutive.

Tanta qualità nel reparto offensivo, come si evince con gli innesti di Alessandro Preti, Giuseppe Ottaviani e Alessandro Galliani, che compongono una batteria di schiacciatori tra le più complete del campionato.

Il 30enne schiacciatore italiano Alessandro Preti, nato a Villach in Austria, è tornato per la terza volta all’ombra del campanile di San Paolo, dopo le esperienze nelle stagioni agonistiche 2015–2016 e nel 2018-2019. Arriva da un biennio ad alti livelli alla BAM Acqua San Bernardo Cuneo, dove ha conquistato una semifinale e finale Play Off, e dalla vittoria della DelMonte® Coppa Italia Serie A2 con l’Olimpia Bergamo il 23 febbraio 2020 ha sconfitto in finale al tiebreak (15–13 il risultato) la Sarca Italia Chef Centrale Brescia. 

Altro punto di riferimento dei canturini è senz’altro il 31enne schiacciatore viterbese Giuseppe Ottaviani, alla nona stagione consecutiva in Serie A2 con le maglie della Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania, Sieco Service Ortona, Monini Spoleto e BCC Castellana Grotte, nell’ultimo campionato ha militato nella Emma Villas Aubay Siena, diretta avversaria dei canturini nella lotta all’ultimo posto valido per i Play-Off. Ottaviani vanta anche un’esperienza nella massima serie con la maglia della M. Roma Volley all’inizio della sua carriera pallavolistica, dopo aver fatto la scalata dal settore giovanile della società capitolina.

Alessandro Galliani, invece, cresciuto nel settore giovanile di Segrate, nell’ultima stagione ha maturato un’importante esperienza in SuperLega nella Vero Volley Monza, squadra con la quale ha anche vinto l’ultima edizione della Coppa CEV, con 22 presenze all’attivo. Lo schiacciatore ventiquattrenne, aveva già ha fatto bene a Cantù nella stagione 2020–2021.

Il ruolo di libero, invece, è ricoperto dal 33enne Luca Butti, uno dei pilastri canturini, alla sua 14a stagione consecutiva all’ombra del campanile di San Paolo.

Tra i giovani emergenti, possiamo citare anche l’opposto (ma in caso di necessità anche centrale) Federico Compagnoni, 19enne di Castiglione dello Stiviere (Mantova), fresco vincitore della Junior League con la Gamma Chimica Brugherio, ha mosso i primi passi nel mondo della pallavolo nella stessa società che ha lanciato l’ex Capitano della Nazionale Italiana Cristian Savani e alla sua prima stagione in Serie A2,

Altro teenagers da “monitorare” è Matteo Picchio, giovane libero, classe 2000, reduce da una stagione in Superlega la Top Volley Latina.

EX. Un ex in campo tra le due contendenti: si tratta di Lorenzo Piazza, che ha indossato la casacca della Pool Libertas Cantù nella stagione 2017 2018. Il regista pescarese, che compirà 31 anni il prossimo due ottobre, in quella stagione, tra campionato e Play Off, disputò con i canturini 26 gare, 62 set all’attivo e 26 punti complessivi, dei quali 4 al servizio e altrettanti a muro.

I PRECEDENTI. Le due squadre si sono incrociate complessivamente otto volte. Nel corso della stagione regolare la formazione calabrese si è imposta per tre a zero nella sfida disputata al “PalaMaiata” domenica 23 ottobre 2022 (con parziali di 25–19, 25–22, 25–17), mentre nella sfida di ritorno, disputata lo scorso 22 gennaio al “Palafrancescucci” di  Casnate con Bernate (Como), Santiago Orduna e compagni hanno dovuto fare gli straordinari, recuperando un doppio svantaggio prima di imporsi alla frazione decisiva (25–20/ 36–34/ 13–25/ 16–25/ 12–15 i parziali dei set).

Le prime due sfide, però, disputate nel torneo 2014–2015, ha visto la doppia vittoria dei canturini: 1–3 in rimonta (25–17/ 21–25/ 22–25/ 20–25/ i parziali dei set) nella sfida della 10a giornata del girone ascendente disputata al “PalaValentia“ (21 dicembre 2014) e 3–2 nella sfida della 10a di ritorno disputata al Palasport Parini, con parziali di 19–25/25–22/ 25–22/ 18–25/ 15–9/, ed ha nulla sono serviti i quattro giocatori in doppia cifra (Mauro Gavotto 25 punti, Bruno Zanuto 18, Filippo Vedovotto 17 e Marcello Forni 15) e vincere la contesa per i giallorossi guidati da Luca Monti.

Nella stagione successiva (2015–2016), invece, è stata la Tonno Callipo Vibo a mettere in cascina un fantastico poker di vittorie tra Regular Season e Quarti di finale dei Play-Off Promozione. Nella 11a giornata del girone ascendente del torneo, disputata il 20 dicembre 2015, la squadra guidata da Vincenzo Mastrangelo si è imposta in quattro parziali (25–21/25–23/ 23–25/ 25–21/), mentre la sfida di ritorno in terra canturina ha visto i giallorossi imporsi con il più classico dei punteggi (23–25/24–26/ 16–25).

Nel tabellone dei quarti di finale Play Off, la Tonno Callipo Vibo che aveva vinto la stagione regolare con 58 punti, frutto di 19 vittorie e 7 sconfitte a fronte dell’ottavo posto dei canturini (su 14 squadre partecipanti) a quota 39 punti con 13 vittorie e altrettante sconfitte. La sfida di andata, disputata al “PalaValentia” domenica 3 aprile 2016 sorrise ai giallorossi nel tiebreak decisivo (25–15/22–15/21–25/25–22/15–11), trascinati delle conclusioni vincenti dei vari Peter Michalovic a quota 21 punti, Cristian Casoli 18 e Filippo Vedovotto con 10; la gara di ritorno, invece, disputata mercoledì 6 aprile, si concluse con un perentorio 0–3 finale (27–29/18–25/19–25/), con gli stessi attori protagonisti, Peter Michalovic Cristian Casoli e Filippo Vedovotto, autori, rispettivamente, di 18, 14 e 11 punti.  

PROBABILI FORMAZIONI
T.C.VIBO VALENTIA: Orduna cap.– Buchegger, Candellaro– Tondo, Mijalovic– Terpin, Cavaccini (L1). Allenatore: Cesar Douglas Silva
POOL LIBERTAS CANTÙ: Alberini– Compagnoni, Aguenier– Mazza, Galliani– Ottaviani, Butti (L1). Allenatore: Francesco Caporusso Denora
Arbitri: Marco Turtù (Fermo) e Marco Colucci (Matera).
Video Check: Durante Claudia
Segnapunti: Giorla Antonella
Diretta Volleyballworld.t

UFFICIO COMUNICAZIONE
Rosita Mercatante
ufficiostampa@volleytonnocallipo.com