Domenica arriva Bergamo

Il campionato continua speditamente e all’orizzonte per l’Esse-ti Carilo si prospetta l’insidioso match contro l’Allegrini Bergamo. Un appuntamento veramente importante e che va centrato se la compagine loretana vuol mantenere solitaria la terza posizione in classifica in un momento senz’altro non facile.
L’altro giorno infatti il medico sociale Alfio Attaccalite ha confermato la gravità della distorsione alla caviglia di Terence Martin. Il fenomenale schiacciatore canadese, lo ricordiamo, si è infortunato durante la partita contro Santa Croce. L’infortunio era apparso subito serio, tant’è che l’atleta era stato prontamente soccorso dallo staff medico, che ha subito prestato le cure del caso. Per Martin, purtroppo, è confermata la diagnosi di distorsione di terzo grado e la prognosi è indubbiamente alquanto severa: si parla di almeno un mese prima che l’atleta possa tornare sul taraflex del PalaSerenelli.
Abbiamo parlato del problema Martin con lo scoutman dell’Esse-ti Carilo Roberto Taddei: ”Pensi che l’infortunio di Martin possa aver compromesso
gli obbiettivi che la squadra si era posta ad inizio anno?” “La cosa fondamentale per noi adesso è giocare partita su
partita e fare il meglio possibile- ci risponde Taddei- Se Cagliari e Santa Croce continuano per la loro strada, giungeremo ai playoff. Se invece commetteranno qualche passo falso, potremo provare ad inserirci anche
se, senza Martin, non possiamo nascondere che abbiamo perso un po’ della nostra potenza”.
“All’orizzonte c’è l’Allegrini Bergamo, team contro il quale l’Esse-ti Carilo rimediò una sonora sconfitta nel girone di andata. A te che ti occupi nel dettaglio dello studio degli avversari chiedo: cosa dobbiamo maggiormente temere da Bergamo?”
“ E’ una squadra che batte e che difende bene. Hanno un ottimo opposto ed un buon impianto di gioco. Inoltre, stanno facendo punti da ormai sette turni consecutivi. Nonostante ciò, li affronteremo con l’intenzione di vincere, riscattando così la sconfitta nel girone di andata.”
Del resto, l’Esse-ti Carilo si affaccia a quest’importante prova con in tasca la straordinaria vittoria nel derby a Grottazzolina. “Contro la Videx abbiamo ottenuto un grosso risultato- dichiara Taddei- perché siamo riusciti a vincere nonostante le tante difficoltà. Prima di tutto: è stato il primo match senza Terence e lui è un elemento importantissimo per noi, sia sotto il punto di vista tecnico che per il morale. Poi abbiamo mandato in campo una nuova formazione che ha avuto a disposizione un solo allenamento per mettersi alla prova. Siamo andati alla grande in battuta ed un complimento particolare va a Van Beest, autore di un’ottima prestazione nonostante sia stato fermo per due mesi.”.
Se è vero che squadra che vince non si cambia quindi, è molto probabile che coach Giuliani manderà in campo la stessa formazione di domenica scorsa, visto anche l’ottima prestazione di tutta la squadra ed in particolare di un Hidde Van Beest in gran spolvero e di un Simone Spescha già a suo agio nel ruolo, quello di schiacciatore, per lui nuovo.
Beatrice Bambozzi
Ufficio Stampa Pallavolo Loreto