Spettacolo in campo e alla fine prevale 2-3 Ravenna

Bella partita e spettacolo in campo tra la Globo Bpf sora e la Marcegaglia Ravenna, due tra le migliori squadre della A2. Due set a testa e tanto equilibrio, poi nel decisivo tie-break ravenna parte meglio e respinge l’assalto finale di Sora. Sugli scudi per la Globo i soliti Anderson e Libraro in attacco, ma bene anche D’Avanzo (4 muri) e Di Marco, oltre a Santucci, che ha un grande impatto sul match al suo ingresso in campo. Per la Marcegaglia grandi Miseikis, Sirri, Plesko e Lethonen (6 muri). Confermata la formazione del mister Alberto Gatto, ad eccezione dell’infortunato Costantino (in sostituzione a disposizione dell’allenatore Moscatiello), per questa 7° giornata di andata. Il primo punto conquistato da Libraro scaraventa la squadra nel vivo della partita già dalle prime battute. Si difende bene la Marcegaglia Ravenna che tiene testa e non permette mai alla Globo un distacco esagerato. Combattuto il primo set che sembra non finire più mentre le altre squadre della serie A2 giocano già i secondi set. A far crescere l’agonia le continue sostituzioni: per la squadra emiliana entrano Rambelli, Ranghieri e Ortolani (a sostituire rispettivamente Mengozzi, Plesko e Garnica), per la Globo Nonne, Bartoli e Santucci (a sostituire Anderson, Scappaticcio e Argilagos rimpiazzati nuovamente prima della fine del primo set). Le formazioni stringono i denti e sembrano non cedere sino alla fine: è una lotta punto a punto fino al definitivo 36 – 38.
Breve interruzione all’inizio del 2° set con il capitano della formazione sorana Scappaticcio a terra. Si riprende subito e il copione sembra lo stesso: qualche sbaglio in più da parte della Globo, ma il risultato sembra altalenare senza eccessivi distacchi, buone entrambe le parti difensive e leggermente deficit anti quelle offensive, ancora qualche cambio (per Ravenna Mengozzi – Rambelli , per la Globo Argilagos –Santucci), nuovamente la parziale vittoria delal Marcegaglia Ravenna, questa volta con il risultato di 22- 25.
Scorre più veloce il terzo tempo, con la Globo che si aggiudica con il risultato di 25-22. Buono il gioco di squadra, vincenti gli attacchi di Anderson e Libraro, determinante la ricezione del libero Gatto. La gara è ancora aperta quando si sta giocando da ormai un ora e tre quarti.
Il quarto set: la formazione emiliana sembra abbassare la guardia e non incassano bene ai primi colpi della Globo. Richiamati dal Mister Babini sull’8 a 3, tornano in campo ma la situazione non cambia: si deve arrivare al 16- 8 prima che l’allenatore chiami di nuovo il time-out. Sul 20-13 cade a terra il n° 1 emiliano Mengozzi per un problema alla schiena. Nonostante il breve stop il set fila via come un treno in deragliamento fino al risultato finale di 25 – 16.
Si decide tutto nel tie-break: la Marcegaglia in vantaggio 3-8 sul cambio campo. Sora si rialza fino allo spettacolare 13-14 per cadere alle battute finali del decisivo 13-15 di questo match al cardiopalma.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Nonne 1, Di Marco 9, Lattanzi, Scappaticcio 1, Santucci 7, Libraro 22, D’Avanzo 17, Moscatiello n.e., Argilagos 5, Bartoli, M. Gatto (L), Anderson 25. B/S 10, B/P 3, muri 11. All. A. Gatto.
MARCEGAGLIA RAVENNA: Mengozzi 6, Plesso 19, Lehtonen 14, Sirri 20, Rambelli, Garnica 4, Ranghieri, Miseikis 27, Tabanelli (L), Ortolani 1, Saviotti 1, Lirutti n.e., Monti (2° L) n.e. All.: Babini. B/S 20, B/P 6, muri 12.
Arbitri: Ravallese-Gentile.
Parziali: 36-38, 22-25, 25-23, 25-16, 13-15.

Enrica Abaldo – Ufficio Stampa Globo Banca Popolare del frusinate Sora