Sconfitta indolore per i Lupi nel Lazio

TUSCANIA: Pedron 1, Mochalsky 14, Festi 6, Calonico 3, Shavrak 17, Cernic 11, Sorgente (libero), Piscopo 6, Buzzelli, Bonami (libero) n.e, Della Rosa n.e, Seveglievich n.e, Crò n.e. Allenatore: Montagnani.
KEMAS LAMIPEL: Ciulli 1, Wagner 2, Benaglia 6, Miscione 2, Hage 10, Zonca 14, Taliani (libero), Polidori, Tamburo 9, Andreini (libero), Colli 3, Puccetti, Elia n.e. Allenatore: Totire.
Arbitri: Zingaro di Foggia e Giorgianni di Messina.
Successione set: 22-25; 25-17; 25-17; 25-14.
Spettatori: 400.
Battute sbagliate Tuscania: 10, Aces: 4, Muri: 7.
Battute sbagliate “Lupi”: 19, Aces: 7, Muri: 9.
La gara del PalaMalè era ininfluente per la classifica della Kemas Lamipel.
Alla fine, infatti, la partita si è rivelata tale, nel vero senso della parola. Sconfitta indolore, comunque, per i santacrocesi.
Dopo un primo set ben condotto – nella prima parte dai biancorossi (6-15 e 13-20) – questi hanno rischiato sul 21-23, chiudendo poi con un ace di Zonca: 22-25.
“Lupi” senza l’influenzato Acquarone e col debuttante Puccetti quale vice di Ciulli. Wagner viene sostituito da Tamburo nella seconda frazione sul punteggio di 12-10 per i laziali e capitan Elia non viene mai impiegato.
Dopo il primo parziale, Andreini stabilmente in campo per Taliani, nel ruolo di libero per un giusto premio ad un atleta che si è sempre distinto in allenamento e nel gruppo.
Totire premia anche un altro giovane: Polidori, buttandolo dentro in seconda linea più di una volta.
Tamburo, dalla metà del secondo set in poi, resta in campo fino al termine, disputando una gara altalenante.
Hage, Zonca e Colli, vengono ruotati da Totire che preserva soprattutto Hage, specialmente dopo l’inizio del quarto parziale.
Dalla parte opposta, dopo lo 0-1 iniziale, Montagnani chiede di più ai suoi, apparsi in chiara difficoltà soprattutto in avvio di gara, quando la Kemas Lamipel gira al meglio.
I viterbesi, sempre in campo con la migliore formazione, hanno una buona reazione, conquistando col punteggio di 25-17 il secondo ed il terzo gioco.
Montagnani inserisce Piscopo a gara in corso, affida a Sorgente il ruolo di libero, rinunciando a Bonami.
Nel quarto gioco Tuscania fa ancora meglio, chiudendo sul punteggio di 25-14; Shavrak è il mvp dell’incontro con 17 punti.
La Kemas Lamipel conclude la Pool A con questo bilancio: 5 vittorie e 3 sconfitte ed un secondo posto (26 punti) che inorgoglisce il club ed il popolo tifoso.
I santacrocesi sono preceduti dalla Scarabeo Roma (28) ed a loro volta si piazzano davanti a Bergamo e Tuscania (25), Siena (24), Brescia (19), Spoleto (14) e Grottazzolina (7).
Dopo la pool promozione, quella di Santa Croce, è al momento la seconda forza della cadetteria. Ed ora i playoff.
I “Lupi” affronteranno in casa, mercoledì 4 aprile, la vincente del doppio incrocio (andata e ritorno) fra Alessano e Spoleto. Domenica prossima, giorno di Pasqua, i conciari sapranno definitivamente, quale squadra delle due, avranno di fronte tre giorni dopo.

Marco Lepri – Ufficio stampa “Lupi” Santa Croce