3-1 per la Materdomini, sabato 5 si replica

Rinascita Lagonegro : Mazzone 12, Condorelli (L), Spadavecchia 8, Ramberti 1, Corrado 8, Santucci (L), Maccarone 2, Fantauzzo 5, Vecellio 2, Tiurin 17, Robbiati 4. All Falabella

Materdomini : Fiore 9, Manginelli 1, Gargiulo 9, Valera 3, Panciocco 7, Patriarca 6, Rosso 10 El Moudden 4, Cazzaniga 13 , Floris 2 , Battista (L), Paradiso 1. All. Castellano

Lagonegro: 13 Muri, 4 ace, 15 Errori in battuta,  46 % Attacco, 41% (16%) Ricezione,

Materdomini: 3 Muri , 7 ace, 18 Errori in battuta,47 % Attacco, 53% (25%)Ricezione.

3-1

25-23, 25-21, 25-21, 25-22

Contro la Materdomini la Rinascita gioca quattro set abbastanza equilibrati: primo parziale vinto dai lagonegresi, gli altri tre invece hanno il sigillo dei pugliesi di Mister Castellano che schiera la formazione tipo con la diagonale Valera-Cazzaniga, Rosso e Fiore schiacciatori , Gargiulo e Patriarca al centro, Battista libero. Mister Falabella invece dovendo fare a meno di Zoppellari , partita ala volto del Giappone con la  nazionale di mister Blengini, schiera in regia Ramberti e Tiurin opposto,Mazzone e Corrado schiacciatori, Spadavecchia e Robbiati al centro, Santucci libero.

Il primo set inizia con i padroni di casa in avanti 6-4  e Cazzaniga con un ace segna il massimo vantaggio (7-4). Accorciano i lagonegresi con un muro di Mazzone che blocca Cazzaniga:  arriva il pareggio dei lagonegresi (12-12) e poi il primo sorpasso grazie a Tiurin (12-13). Sul 15-13 mister Falabella chiede il tempo e al rientro arriva nuovamente il pareggio sul 17mo punto. Punto a punto nel finale  poi si vede ancora Tiutin e i lagonegresi chiudono il set in favore dei lucani.

Secondo set inizia con due muri dei biancorossi : prima Spadavecchia e poi di Tiurin (2-4)  si portano in vantaggio. Accorciano i padroni di casa con Rosso (5-6) si procede punto a punto e poi arriva il pareggio sul 10mo punto con un attacco di Tiurin. Dall’altra parte risponde Cazzaniga con un mani-out  e si va sul 15-12 che costringe Falabella a chiamare il tempo. Ancora avanti i padroni di casa si portano sul 19-13: mister Castellano fa entrare El Moudden per Rosso ma è sempre Cazzaniga a bucare la difesa avversaria.  Un muro di Spadavecchia ancora accorcia le distanze 22-20 ma nel finale Patriarca chiude il set in favore della Materdomini.

Terzo set Falabella prova più soluzioni e fa entrare Maccarone al centro al posto di Spadavecchia: punto a punto fino al block out di Fiore e arriva il primo allungo importante del Castellana (12-8). Si vede anche Fantauzzo al posto di Mazzone e dall’altra parte lo scambio è tra Valera e Manginelli e tra Fiore e Panciocco. Un ace di Ramberti riporta i lagonegresi a -1 (18-17) poi il solito Cazzaniga si avvicina al finale 23-21 ed il set è ancora dei padroni di casa. Nel quarto possibilità ancora per i più giovani sia della Rinascita che della Materdomini di entrare. Set ancora equilibrato, si decide solo nei punti finali la vittoria del set e della gara. “ Al di la del risultato- commenta Falabella- c’è da registrare una buona fase di muro e difesa. Siamo ancora troppi fallosi in ricezione e troppo leggeri al servizio per questo c’è ancora da lavorare tanto , abbiamo un percorso di avvicinamento al campionato che è importante e lungo. In questa fase siamo ancora pesanti , perché siamo abbiamo molti carichi di lavoro previsti dalla preparazione. Man mano che ci avviciniamo al 20 ottobre alleggeriremo i carichi e inizieremo ad avere un gioco più fluido”. Intanto sabato prossimo ci sarà il ritorno al Pala Alberti di Lauria tra Lagonegro e Materdomini.