Inizia la fase di ritorno: domani arriva Cantù

Si torna sul campo del PalaBigi domani, domenica 5 gennaio alle 18, per la prima partita della fase di ritorno in serie A2 Credem banca (live streaming disponibile sul canale YouTube di Lega Pallavolo Serie A). Sarà Cantù a varcare la soglia del fortino reggiano, una squadra che all’esordio in campionato era stata battuta 3 a 1 dalla Conad. Dopo un periodo abbastanza fosco per la squadra del Tricolore, durante la partita contro Siena del 26 dicembre si era già percepito un cambio d’approccio. Al comando degli atleti Conad, il nuovo coach Pino Lorizio.

«Dobbiamo essere reattivi e provare a riportare la serenità, per questo ci serve un risultato – afferma il nuovo allenatore -. L’obiettivo è comunque e sempre quello di recuperare tutti i giocatori fisicamente al 100%, ne abbiamo parlato anche coi preparatori e stiamo lavorando insieme per risolvere questo problema».

«La vittoria in fase di andata certo è un segnale positivo – continua – ma non per questo ci riposeremo sugli allori, anzi l’esito del match non è per nulla scontato. È passato del tempo e sarà sicuramente un’altra partita, da affrontare con una cattiveria agonistica non indifferente. Questi punti sono fondamentali per ingranare di nuovo, come dico sempre: vincere aiuta a vincere».

La Conad non è ancora riuscita a regalare ai reggiani la prima vittoria in casa e «domani faremo di tutto per portarci a casa tre punti, lo dobbiamo al pubblico e anche a noi stessi», ha detto il capitano e schiacciatore Andrea Ippolito. «In squadra c’era bisogno di ritrovare dell’entusiasmo. Stiamo lavorando ancora sul piano fisico, ma in quanto a serenità siamo già sulla buona strada. Pino è stato bravo a capire fin da subito la situazione, mettendosi in gioco sia sul lato tecnico che su quello umano. Per un roster del nostro valore tecnico è stato un cambiamento importante».

La Pool Libertas e la Conad sono peraltro le due squadre ‘cardine’ della carriera di Ippolito. «Mi sono trovato bene ovunque – specifica lui – Cantù e Reggio però sono i miei due amori, due società sane e gestite in modo serio. Cantù è una squadra in crescita, Poey (Raydel, schiacciatore cubano classe ‘82, ndr) è un elemento fondamentale e hanno un servizio molto efficace, ma noi siamo decisamente carichi per il ritorno in campo».