Dragan Stankovic: “Dal match del 12 con Piacenza alzeremo il ritmo per la volata verso i Playoff e la Coppa Italia”

Si è tenuta questa mattina presso la sala stampa del PalaPanini l’intervista a Dragan Stankovic in vista del match che si disputerà martedì a Piacenza tra Leo Shoes e Gas Sales Bluenergy Piacenza. Ad inizio anno Stankovic ha tracciato anche un bilancio dei primi mesi della stagione e fatto il punto sui prossimi impegni ravvicinati della Leo Shoes.

Queste le parole del centrale gialloblù: “È una stagione un po’ strana per tutti, c’è una palese difficoltà nel programmare sia il proprio allenamento che il ritmo di gioco necessario per ottenere il meglio dalla propria preparazione. Anche adesso dopo la gara con Trento la prossima la giocheremo il 12 gennaio, con ancora qualche giorno di pausa, per por arrivare ad un periodo dove giocheremo ogni tre giorni per quasi un mese. È molto difficile per noi come per gli altri, dobbiamo lavorare con costanza e cercare di fare del nostro meglio, puntando sulla forma fisica ottimale per arrivare al meglio possibile a fine stagione. Cosa può portare la pausa forzata? Prima di tutto abbiamo recuperato tutti i giocatori che avevano qualche problemino fisico. Veniamo comunque da un periodo lungo dove avevamo disputato tante gare in meno di 30 giorni, quindi avevamo bisogno di un periodo di “relax”. Dal match del 12 con Piacenza alzeremo il ritmo per la volata verso i play off e la Coppa Italia. Dove può arrivare Modena? Dalla Supercoppa all’inizio del Campionato sono convinto che abbiamo giocato un buon volley e se ripensiamo alle partite con Perugia, Lube e Trento abbiamo sempre fatto del nostro meglio per giocarcela alla pari.  Abbiamo perso “attenzione” con squadre di livello più simile a noi, quindi ci sono stati tanti alti e bassi che ci hanno portato ad avere questa posizione in classifica, tra il sesto e l’ottavo posto. Con l’inizio del nuovo anno e questo periodo di pausa dobbiamo cambiare passo, cercando di tenere un livello costante durante tutta la partita, vincere i set decisivi, prendere un po’ di fiducia e mantenere il livello di gioco che abbiamo avuto nelle ultime 6-7 partite”.