La Delta Group dà l’arrivederci ai tifosi vincendo con Montecchio

Un attacco di Matteo Sperandio, miglior realizzatore della Delta Group nel test con Montecchio

Arrivederci tifosi, arrivederci ad ottobre. La Delta Group Porto Viro si congeda (temporaneamente) dal proprio pubblico e lo fa con il sorriso stampato sulle labbra: nel terzo allenamento congiunto della preseason – l’ultimo in programma al Palasport di via XXV Aprile, i prossimi tre saranno in trasferta – i nerofucsia vincono e convincono contro il Sol Lucernari Montecchio Maggiore dell’ex di Mario Di Pietro. Per tre set è stata partita vera (e Delta Group vera), con Garnica e compagni capaci di far valere la superiorità di categoria; nel quarto diversi big hanno rifiatato e Montecchio ne ha approfittato per strappare il punto della bandiera.

Dalla prossima settimana, come detto, via agli impegni in esterna. Mercoledì 21 settembre test match in casa di Prata (inizio ore 19), sabato 24 settembre a Ravenna (ore 18), domenica 2 ottobre a Bergamo (ore 18). Per riabbracciare il pubblico di Porto Viro bisognerà aspettare il 16 ottobre, data della seconda giornata di Serie A2 Credem Banca.

LA PARTITA.
Delta Group schierata con Garnica al palleggio e Krzysiek opposto, SperandioErati centrali, VedovottoPierotti in posto quattro, Russo libero. Avvio nel segno di Sperandio a muro, Montecchio non si scompone e pareggia, ma il turno in battuta di Krzysiek riporta a largo Porto Viro, che inizia a macinare gioco (ottime le intese tra Garnica e i centrali) e diventa presto irraggiungibile: 25-19.

Scricchiola la linea di ricezione polesana in apertura di seconda frazione, gli ospiti abbozzano la fuga. Entra Barone per Sperandio, la Delta Group passa alla modalità piccolo scalatore: Garnica pareggia il conto con due ace, Krzysiek stampa il muro del sorpasso. Ritrovato il bandolo della matassa, i nerofucsia non se lo fanno più scappare di mano: 25-21.

Terzo set, Bellei rileva Krzysiek in posto due, Sperandio torna al centro, out Erati. Decisa questa volta la partenza di Porto Viro, che imperversa soprattutto ai lati con Pierotti e Bellei. Entra Lamprecht come schiacciatore e si toglie la soddisfazione di andare a segno in battuta, nel finale spazio anche per Ballo: 25-19.

Per il quarto parziale Delta Group con Zorzi in regia, l’inedito tandem Lamprecht-Ballo in banda, Erati di nuovo in campo (per Sperandio). Nonostante la formazione “sperimentale”, la squadra di casa tiene bene il passo dell’avversario fino a metà frazione, poi Montecchio se ne va. Trascinata dai suoi uomini di maggiore esperienza, Porto Viro riesce a risalire la china ma si inceppa nuovamente negli ultimi scambi: 23-25.

Il bilancio di Marcello Mattioli su questo scorcio di preseason: “La prima nota positiva è che non abbiamo perso nessuno dei tre incontri disputati fin qui, la seconda è che possiamo considerare il successo di stasera come un 3-0. Nel quarto set ho rimaneggiato molto la formazione per far rifiatare alcuni giocatori, questa era l’ultima settimana di carico e i ragazzi hanno lavorato molto intensamente, per cui sono molto contento di quello che abbiamo fatto in campo”.

Il centrale Matteo Sperandio, miglior realizzatore della Delta Group contro Montecchio: “Siamo soddisfatti del risultato e soprattutto di come abbiamo giocato i primi tre set, non sempre abbiamo azzeccato la partenza ma siamo comunque riusciti a mettere la testa avanti e ad imporci. Veniamo da una delle settimane più dure dal punto di vista fisico, in attesa di ritrovare brillantezza, dobbiamo concentrarci sul gioco e confermare anche nei prossimi test match quanto di buono abbiamo fatto vedere finora”.

TABELLINO
Delta Group Porto Viro-Sol Lucernari Montecchio Maggiore 3-1 (25-19, 25-21, 25-19, 23-25)

Delta Group Porto Viro: Erati 9, Zorzi, Russo (L), Vedovotto 5, Ballo, Lamprecht 2, Barone 6, Garnica 3, Bellei 9, Pierotti 9, Sperandio 12, Krzysiek 8, n.e. Sette. Coach: Marcello Mattioli.

Sol Lucernari Montecchio Maggiore: Mitkov 6, Mancin 8, Beghelli 11, Gallina, Parise 1, Martinez 1, Gonzato 6, Battocchio (L), Di Franco 13, Carlotto (L) Franchetti 5, Frizzarin 6, n.e. Fiscon. Coach: Mario Di Pietro.